News

Unitre di Augusta, chiuso l’anno accademico del ventennale. Premiati studenti vincitori del concorso

AUGUSTA – Si è chiuso l’anno accademico della sezione cittadina dell’associazione “Università delle tre età“, presieduta da Giuseppe Caramagno, l’anno del ventennale, festeggiato poche settimane fa nella suggestiva cornice della chiesa San Giuseppe Innografo. Nell’afoso pomeriggio del 7 giugno, nell’aula magna dell’istituto “Arangio Ruiz”, si è svolta la cerimonia di chiusura, alla presenza dei numerosi soci, dei docenti, degli studenti e di amici dell’Unitre.

Dopo la consueta apertura con la lettura della Preghiera semplice di San Francesco, il presidente Caramagno ha dato il benvenuto a tutti i presenti. Ha poi elogiato e ringraziato, citandoli uno per uno, i relatori-docenti che hanno tenuto lezioni ai soci durante l’anno, ricordando che si svolgono due incontri culturali a settimana. Tali incontri hanno riguardato numerose discipline quali medicina, arte, architettura, astronomia, storia, filosofia, psicologia, diritto, tradizioni locali, letteratura italiana e, da quest’anno, anche letteratura inglese. L’offerta formativa si arricchisce con diversi laboratori che vanno dalla corale, alla recitazione, fino a musica e canto, arte e pittura, videoscrittura e internet, e persino giochi da tavolo. A tutti i docenti è stato consegnato un omaggio a ricordo dell’anno passato insieme.

Conclusa questa prima breve parte, il resto della cerimonia è stato per intero dedicato alla tanto attesa proclamazione dei vincitori del concorso a premi che l’Unitre, in partenariato con la Esso, ha rivolto agli studenti dell’ultimo triennio del Liceo “Megara” e dell’Istituto superiore “Arangio Ruiz”.

Nel suo intervento, il vicepresidente dell’associazione, Salvo Cannavà, ha sottolineato l’efficacia del progetto-concorso nel valorizzare e fortificare i rapporti intergenerazionali. Subito dopo la docente Anna Lucia Daniele, componente del direttivo nonché responsabile del progetto, ne ha illustrato brevemente i caratteri generali, evidenziando la partecipazione numerosa degli studenti, circa ottanta, e l’attualità del tema “Era digitale: quali emergenze per il singolo, la famiglia, la società“.

Il progetto iniziato a dicembre ha visto gli alunni partecipare a quattro incontri a tavola rotonda aventi cadenza mensile, durante i quali, grazie alle valide relazioni di professionisti, il tema è stato affrontato da diversi punti di vista, da quello sociale, a quello psicologico, medico ed educativo.

Nel mese di aprile i ragazzi sono stati chiamati ad elaborare un tema su una traccia inerente agli argomenti trattati e, infine, una commissione di docenti dei due istituti e alcuni rappresentanti Unitre ha stilato la graduatoria dei primi cinque classificati, una per ciascuno dei due istituti in gara. “La scelta è stata davvero ardua e complicata – ha detto la docente Daniele – perché i temi erano tutti di alto livello e di contenuto intenso. Segno, questo, che l’argomento è stato gradito e ha colpito nel segno”.

Grazie al patrocinio della Esso, rappresentata durante la serata da Sebastiano Ventura dell’Ufficio pubbliche relazioni, è stato possibile mettere in palio per i vincitori, nell’ordine dal primo al terzo posto, un computer portatile, un tablet con memoria esterna e un tablet.

Ecco le graduatorie finali.

Per il Liceo “Megara”, la cui docente di riferimento è stata Zaira Lipari: al primo posto Chiara Mattei, 4ªA, Liceo linguistico; secondo posto Giuseppe Ferro, 3ªA, Liceo classico; terzo posto Flavia Di Franco, 3ªA, Liceo classico; quarto posto ex aequo Beatrice Brusca, 3ªA e Carlotta Gallo, 3ªA, entrambe del Liceo classico.

Per l’Istituto “Arangio Ruiz”, con il coordinamento della docente Anna Belluso: al primo posto Benedetta La Ferla, 4ªAL, Liceo scientifico delle scienze applicate; secondo posto Sofia Latino, 4ªCL, Liceo scientifico delle scienze applicate; terzo posto ex aequo Anna Di Franco, 3ªAL, e Giovanna Arcidiacono, 5ªBL, entrambe del Liceo scientifico delle scienze applicate; quinto posto Benedetta Scarnato, 3ªAF, Istituto tecnico settore economico.

La dirigente scolastica Maria Concetta Castorina, invitata ad esprimere un commento personale, si è ritenuta ampiamente soddisfatta del progetto e dell’interesse dimostrato dai ragazzi, auspicando una continua collaborazione tra la scuola e l’Unitre.

A ricordo del progetto, tutti i presenti sono stati omaggiati del 2° quaderno “Semi di umanità”, seconda edizione dell’opuscolo annuale dell’associazione, di cui saranno divulgate ben mille copie nella città, contenente, oltre alle relazioni degli otto docenti che si sono avvicendati nelle quattro tavole rotonde, i migliori dieci componimenti dei ragazzi e testimonianze dei docenti.


Nessuna immagine trovata

In alto