News

X Factor 11, quando il vincitore Lorenzo Licitra si esibì ad Augusta

AUGUSTA – La svolta artistica dalla lirica al pop gli ha aperto le porte del celebre talent show musicale X Factor, in occasione dell’undicesima edizione italiana, e lo ha portato, grazie alla cultura del lavoro rigoroso e metodico, al trionfo della serata finale di sera, trasmessa su Sky uno. Il ventiseienne ragusano Lorenzo Licitra, nella squadra di Mara Maionchi, storica produttrice discografica, ha da subito incantato tutti e quattro i “giudici” del format televisivo (oltre a Maionchi, Agnelli, Fedez e Levante) e poi conquistato i telespettatori (in un’edizione che già prima della finale aveva registrato 25 milioni di televoti e che si è rivelata la più vista di sempre del format), determinanti nella vittoria celebrata lo scorso giovedì sera al Forum di Assago.

In una serata con tutti i crismi del mega evento di caratura internazionale, che ha visto l’esibizione delle star Ed Sheeran, James Arthur e Tiziano Ferro, il ragusano l’ha spuntata sulla giovanissima band romana Maneskin, sponsorizzata nel corso della trasmissione dal rocker Manuel Agnelli, leader degli Afterhours.

Lorenzo Licitra, come detto, parte dal belcanto, di cui è stato grande promessa, e nel febbraio del 2014 si esibiva al teatro di “Città della notte”, tra Augusta e Villasmundo, prima tappa di uno spettacolo di successo intitolato “Amour toujours”, confezionato dal direttore artistico Marcello Giordani Pellegrino, anch’egli ragusano, di Donnalucata, che trovò sponda in città da parte di Marco Bertoni.

Di quella esibizione il giornalista Giorgio Casole scriverà che Licitra “si muove con disinvoltura sul palco, non si limita a cantare, ma recita la parte cantando, come se si trovasse all’interno d’una scena di una vera opera lirica; quando la scena prevede un duetto e manca la partner femminile, Licitra si libera dell’impaccio, sostituendo la cantante con una ballerina che, con opportune suggestive  coreografie, interpreta la parte riservata alla donna, mentre il canto è diffuso da un nastro registrato e si alterna, ovviamente, o si intreccia con quello dal vivo di Licitra, che, all’occorrenza, accenna passi di danza”. Tutte doti affinate a un livello tale da prendersi la scena e trionfare nel talent show musicale.

Nell’intervista esclusiva concessa allora al giornalista augustano, Licitra rivelava l’origine della sua passione per il belcanto: “Dopo la fase adolescenziale. Avevo diciassette anni. Mi sono accorto che avevo nella mia voce potenzialità che potevo sfruttare e ho cominciato un po’ per gioco, poi ci ho preso gusto e ho capito che potevo seguire questa strada”.

Altro passaggio interessante, raccontava dei suoi primi passi nello studio della lirica: “Dopo aver studiato qui in Sicilia, mi sono trasferito a Piacenza, dove ho studiato per cinque anni al conservatorio “G. Nicolini”. Da un anno sto studiando con il tenore Pippo Veneziano, primo corista alla “Scala” di Milano”.

Il ventiseienne ragusano si trova adesso all’inizio di un nuovo percorso professionale, dalle grandi aspettative. “Ho chiuso un cerchio perché, anche se con la lirica non mi mancava niente, mi diverto di più sperimentando anche con il pop“. Questa la sua dichiarazione riportata dall’Ansa, subito dopo la vittoria di X Factor.

(Nella foto in evidenza del febbraio 2014: da sx, Giorgio Casole, Lorenzo Licitra e Marcello Giordani Pellegrino)


In alto