Gazzetta TV

Xifonio Cup e Marisicilia Cup da record, successo della sinergia augustana tra Marina Militare e associazioni

AUGUSTA – Due giorni di grande vela, il 10 e l’11 giugno, per l’undicesima edizione della Xifonio Cup e la terza Marisicilia Cup, e di apertura alla città della base navale di Terravecchia, sede del Comando Marisicilia. Due giorni anticipati da una festosa inaugurazione musicale, il 9 giugno, realizzata insieme agli istituti scolastici cittadini presso il centro sportivo “Stampanone”.

L’iniziativa, frutto di una partnership consolidata tra il Comando Marisicilia con il contrammiraglio Nicola De Felice, l’associazione culturale “Icob” presieduta da Alessandro D’Oscini, a cui si deve l’istituzione della Xifonio Cup, e il Club Nautico Augusta presieduto da Sebastiano Ventura, ha coinvolto professionisti e amatori della vela e soprattutto migliaia di cittadini, che hanno preso parte ai molteplici eventi sportivi e culturali in programma. Oltre alle massime autorità militari e civili della provincia.

Le regate veliche, con 44 barche a vela d’altura iscritte, nuovo record per la manifestazione, si sono svolte nelle giornate di sabato 10 e domenica 11 nello specchio acqueo che collega il golfo Xifonio al suggestivo borgo marinaro di Brucoli, alla presenza di Nave Foscari (che è stata disponibile per le visite a bordo nei pomeriggi di sabato e domenica) e sorvolate da un velivolo Atlantic del 41° Stormo di Sigonella.

Mattatrice delle regate l’imbarcazione siracusana “Ricomincio da tre”, dell’armatore Antonino Miceli, che nella classe “Regata crociera” ha vinto sia la Xifonio Cup (regata d’altura Augusta-Brucoli) che la Marisicilia Cup (regata a bastone nel golfo Xifonio), in entrambe le classifiche seguita dall’imbarcazione catanese “Anacaona” dell’armatore Simone Marziano e dalla palermitana “QQ7” di Michele Zucchero. L’equipaggio della “Ricomincio da tre” era composto da: Antonino Miceli (armatore), Ivan Branciamore (skipper timoniere), Domenico Purgino (drizze), Alessandro Santillo (randa), Angelo Giannone (teiler), Piero Andolina (teiler), Francesco Gennaro (albero) e Francesco Anastasi (prodiere). Migliore imbarcazione augustana la “Era ora 2”, dell’armatore Michele Accolla, che ha fatto segnare il secondo tempo in entrambe le regate nella classe “Open”.

Nel golfo Xifonio, inoltre, si è assistito anche dalle acrobazie freestyle dei windsurf alle evoluzioni in aria dei kitesurf, all’esercitazione di recupero naufrago dei reparti specializzati della Marina Militare, per passare al raduno zonale della classe Optimist, quale “battesimo” dei futuri skipper.

Invece al “village”, allestito nel comprensorio Terravecchia di Marisicilia, sono state protagoniste innanzitutto le associazioni sportive del territorio, insieme a quelle storico-culturali e ai club service, ma anche interessanti conferenze, dimostrazioni ed esercitazioni dei Palombari della Marina, di unità di salvamento cinofile in acqua, raduno di auto d’epoca, mostra statica di aeromodellismo, sfilata medievale del gruppo ”I tamburi di Buccheri”, esposizione di quadri d’autore e numerosi street food ove si sono potute gustare specialità locali e regionali.

Domenica sera si è messo in scena un grande spettacolo, condotto da Alessandro D’Oscini e Serena Tringali, degna cornice della consegna dei trofei delle regate, nonché chiusura della manifestazione e dell’Open day edizione 2017 di Marisicilia. Un’iniziativa che sul fronte velico, come ci ha rivelato il contrammiraglio De Felice (vedi speciale video qui di seguito), aspira a diventare di rilievo internazionale, provando a coinvolgere per le prossime edizioni altri Paesi mediterranei.

Ecco lo speciale video de La Gazzetta Augustana.it, media partner dell’evento insieme a La Gazzetta Siracusana.it e a Radio Musmea.


In alto