- La Gazzetta Augustana - https://www.lagazzettaaugustana.it -

Augusta, scompare l’ammiraglio medico Rosario d’Onofrio. Fu assessore comunale e governatore Lions

AUGUSTA – Vasto il cordoglio espresso dagli augustani sui social non appena stamattina si è diffusa la notizia della scomparsa del 95enne medico radiologo Rosario d’Onofrio, padre di Emerenziana (conosciuta come Emy), di Giovanna (Gianna) e di Giuseppe (Pino), medico radiologo anch’egli, socio dell’ex sindaco Pippo Gulino, titolare d’uno studio di radiologia come il suocero.

Rosario d’Onorio, originario della Puglia, si era laureato in medicina all’università La Sapienza di Roma ed era entrato nel ruolo dei medici militari in servizio nell’àmbito della Marina militare. Come tenente medico, circa sessant’anni fa, era approdato alla base di Augusta, dove aveva prestato servizio a Marinferm, il presidio sanitario della base, dove aveva percorso il cursus honorum fino a diventare direttore della struttura e fino a ricoprire il grado di ammiraglio medico. Mentre prestava servizio in Marina, aveva aperto un ambulatorio radiologico in via Megara, dove ha lavorato fino a poco tempo addietro, lucidissimo nel redigere i referti, sempre affabile con i pazienti.

Proprio per il tratto distintivo del carattere, Rosario d’Onofrio, nei social, è stato ricordato come medico gentiluomo, un tratto che contraddistinse anche un altro medico di vaglia che lavorò in Augusta, il dottor Gaetano Aiello. Agli inizi degli anni Ottanta, Rosario d’Onofrio visse anche l’esperienza politica. Candidato nelle fila della Democrazia cristiana, fu eletto in consiglio comunale e ricopri l’incarico di assessore alla Cultura, durante la sindacatura del socialista Giovanni Patania, di cui fu vice, dando un contributo prezioso per la riapertura, durante una stagione estiva, del Castello svevo.

Grazie alla sensibilità di Rosario d’Onofrio per le iniziative culturali, chi scrive propose un convegno regionale sulla “Poesia dei siciliani”, ottenendo l’incarico non solo di organizzare l’evento, che si svolse il 5 e 6 ottobre del 1984, con la partecipazione di docenti universitari di Catania e di Palermo, ma anche di curare la pubblicazione degli Atti di quel convegno: il volume, che fu pubblicato sotto l’ègida dell’Amministrazione comunale di Augusta, fu distribuito a tutte le biblioteche siciliane. In una delle pagine introduttive di quel volume, l’assessore Rosario d’Onofrio osserva: “…per la prima volta nella nostra città, i relatori non ci parleranno dei problemi dei nostri affanni quotidiani e che quotidianamente ci sprofondano nella tristezza delle cose umane, ma eleveranno, certamente, i nostri pensieri verso quella spiritualità tanto agognata e, immeritatamente, obliata“. Rosario d’Onofrio è stato socio del club Lions cittadino* e si è fatto stimare anche dai soci degli omologhi club italiani, tanto da farsi eleggere governatore dell’allora distretto nazionale 108-Y nell’anno sociale 1988-’89.

inserzioni [1]

Oltre al cordoglio per la scomparsa, desidero esprimere il rammarico per l’impossibilità da parte dei cittadini di dare l’ultimo saluto a Rosario d’Onofrio, a causa del divieto di celebrare pubbliche esequie a causa del perdurare dell’epidemia di Covid-19.

Giorgio Càsole

*Riceviamo e pubblichiamo qui di seguito il messaggio di cordoglio da Vincenzo Di Domenico, attuale presidente del Lions club Augusta host:

I Lions di Augusta Host ricordano con profondo dolore il loro Amico e Socio Rosario d’Onofrio, unico Governatore che il nostro club abbia avuto in 58 anni di storia. Presidente nell’anno 1976-7, delegato di Zona nel 1978-7, Vice Governatore del Distretto nel 1981-82 e Governatore nel 1988-89. Melvin Jones, massima onorificenza conferita dal Lions international nel 1989-90. In seguito ha ricoperto innumerevoli incarichi Distrettuale e ad oggi faceva parte della consulta dei past governatori del comitato d’onore del distretto 108Yb Sicilia. Persona sempre presente nel mondo Lions,  di grande umanità e punto di riferimento per l’intera comunità“.