- La Gazzetta Augustana - https://www.lagazzettaaugustana.it -

Castello Svevo di Augusta, accertati 5 milioni di euro per il primo stralcio di lavori

AUGUSTA – Con decreto del dirigente generale del dipartimento regionale dei Beni culturali e dell’Identità siciliana, sono state riaccertate risorse per 5 milioni di euro per i lavori di consolidamento e fruizione del Castello Svevo di Augusta relativamente al primo stralcio esecutivo. Lo rende noto l’ex presidente della commissione Bilancio all’Ars, Vincenzo Vinciullo, evidenziando che ciò rappresenta la conferma della disponibilità di tale finanziamento.

Come si ricorderà, detti lavori sono stati inseriti al n. 20 tra gli interventi finanziati a valere sulle risorse Fsc 2014-2020 – Patto per la Sicilia, nell’elenco B, per un importo di 5.000.000 di euro – afferma Vinciullo che adesso sono stati rimodulati in modo tale da poter essere spesi interamente nel 2019 e 2020 e precisamente 2.500.000 di euro per l’esercizio finanziario 2019 e 2.500.000 di euro per l’esercizio finanziario 2020, a fronte, invece, di somme già impegnate per il 2018 e che non sono state spese“.

Sul sopralluogo dinanzi al maniero federiciano insieme all’allora assessore regionale ai Beni culturali, Carlo Vermiglio, nel giugno del 2016, l’ex parlamentare regionale ricorda: “Servì a consolidare ancora di più nel vecchio Parlamento, e quindi nella scorsa legislatura, l’idea che il Castello Svevo dovesse essere finanziato attraverso due Stralci di 5 milioni di euro ciascuno“.

Questo è il primo Stralcio. Adesso, appena ci saranno le condizioni – prevede l’ex presidente della commissione Bilancio all’Ars – verrà emanato il decreto del Direttore generale per finanziare anche il secondo Stralcio“.

La cosa importante – conclude – è che, attraverso questo decreto di riaccertamento delle risorse disponibili, si pone fine a tutte le speculazioni e a tutte le menzogne che, in questi ultimi mesi, sono state dette anche da chi, in preda all’egocrazia ormai imperante, ha diffuso notizie non vere sulla inesistenza di queste risorse“.