- La Gazzetta Augustana - https://www.lagazzettaaugustana.it -

Mondiale di karate per sordi, Alibrandi della Rembukan conquista il titolo

AUGUSTA – Si è concluso lo scorso fine settimana il campionato mondiale di karate per atleti sordi, che ha avuto luogo a Samsun, in Turchia. Era presente anche la nazionale italiana della Fssi, la Federazione sport sordi Italia, in cui si è distinto il ventenne, nato a Messina ma cresciuto tra Villasmundo e Augusta, Giuseppe Alibrandi, già ai vertici del karate tricolore nella categoria -60 kg.

Il giovane talento, tesserato dell’Asd Rembukan Villasmundo e allenato dal maestro augustano Marcello Di Mare, ha superato nella propria categoria due atleti di casa, rispettivamente per 3-1 e per 4-2, laureandosi campione del mondo. Poi ha contribuito a far consegnare all’Italia l’argento nel kata a squadre, vincendo il primo incontro contro la Grecia per 4-1 e cedendo solo in finale alla Turchia padrona di casa per 0-5.

Nel kumite open è arrivata la seconda medaglia individuale per Alibrandi, un argento, dopo aver battuto per 6-5 un temibile atleta marocchino, vincitore della categoria -75 kg, aver bissato il successo con uno sfidante greco, superato 4-0, e perso soltanto in finale contro un karateka turco per 1-3. Infine, nel kumite a squadre, nella sfida contro la Turchia, Alibrandi è stato schierato quarto nella combinazione, vincendo il suo incontro per 4-0 ma nella complessiva sconfitta azzurra per 2-3, dovendosi accontentare della medaglia di bronzo.

Per il karateka, augustano di adozione, un bottino incredibile di due medaglie individuali, tra cui il titolo mondiale di categoria, e due di squadra, per la grande soddisfazione generale, dal presidente federale Guido Zanecchia al suo maestro Marcello Di Mare.