pubblicità elettorale
LifeStyle

Benetton, la Patagonia e le attività sociali

Negli ultimi anni Benetton e, in generale, numerose multinazionali diventano periodicamente oggetto di critiche e contestazioni sui media come sui social network.

Le grandi società sono ovviamente costituite e preordinate a perseguire una mission societaria che è la creazione di valore. A beneficio non solo degli stakeholder e della proprietà, ma anche dei lavoratori, a qualsiasi livello, delle società stesse. Spesso infatti si tende a dimenticare che dietro una multinazionale si celano anche normalissime famiglie che dai servizi ad essa prestati traggono un reddito, il proprio sostentamento e supportano la propria esistenza.

Forse è il Sistema, in generale, a non essere perfetto?

Il “capitalismo” è un sistema economico altamente imperfetto che si presta molte diseguaglianze? Sicuramente sì. Ma a beneficiarne, quotidianamente, in Occidente, è l’intero tessuto sociale, la politica, la stabilità economica e i servizi che tutti noi diamo per scontati. Senza contare poi che nei Paesi più evoluti l’attuale sistema economico sta evolvendo assieme alla società nel suo complesso e si sta spostando gradualmente verso altri modelli economici sempre più orientati alla sostenibilità ambientale ed al rispetto del territorio.

Resta il fatto che scagliarsi contro una o più multinazionali, spesso diffondendo fake news o alimentando controversie che, nella realtà, nascono da problemi “minori” (o inesistenti, voluti semplicemente percepire come tali) non aiuta a sviluppare modelli economici più equi, ma solo fomentare polemiche sterili che radicalizzano maggiormente le separazioni sociali, e spesso non si indaga se realmente questa multinazionale interviene a sostegno del territorio ed applica quei principi virtuosi di sostenibilità ed equità che caratterizzano le aziende più moderne ed evolute.

La questione, almeno oggi, non è mettere un muro tra “ricchi” e “poveri”, ma riuscire ad identificare chi, pur nel perseguimento della propria mission e delle logiche economiche, prova a rendere il mondo un posto migliore.

La Famiglia Benetton, da anni nel mirino di parte dei media per la questione dei Mapuche in Patagonia, è in realtà molto attiva in tal senso e realizza un’intensa attività nel sociale proprio in quelle terre.

L’attività sociale in Patagonia dei Benetton

Compañía de Tierras Sud Argentino è una società attiva nel campo zootecnico ed agricolo, legittimamente acquistata nel 1991 da Edizione – la holding finanziaria della famiglia Benetton – da privati cittadini argentini. Essa opera prevalentemente in Patagonia, un’area caratterizzata da clima semiarido, inverni gelidi, aree steppose, scarse precipitazioni e dal terreno poco fertile. Non a caso l’utilizzo primario di queste terre sono l’allevamento estensivo di ovini e bovini e solo alcune aree destinata alla coltivazione.

Proprio attraverso Compañía de Tierras Sud Argentino, da anni i Benetton si sono fatti promotori della valorizzazione del territorio e delle popolazioni locali, attraverso un impegno attivo a supporto delle comunità Mapuche.

Nello specifico Compañía de Tierras (e sono dati “pubblicamente consultabili”):

  • consegna annualmente fieno e legna per il riscaldamento invernale a numerose aree nella Riserva Pastoril Cushamen, dove vivono molti dipendenti di Compañía de Tierras Sud Argentino;
  • dona periodicamente prodotti veterinari a piccoli produttori locali di Paraje Fofocahuel, che hanno bisogno di questi prodotti veterinari per mantenere in salute gli animali e non hanno sufficienti risorse economiche per poterli acquistare;
  • sostenta l’attività culturale e di istruzione sia attraverso contributi economici annuali alle scuole, sia fornendo mensilmente cibo che viene consumato nelle mense scolastiche.

L’attività specifica per gli ospedali dell’area

Compañía de Tierras inoltre offre frequentemente assistenza economica ed attrezzatura ad alcuni ospedali della Patagonia.

In particolare nel 2020:

  • è stato donato uno strumento all’ospedale di Maiten per fare ecografie;
  • è stato consegnato materiale sanitario per l’emergenza Covid-19 all’ ospedale di Esquel;
  • contribuisce al sostentamento di alcune istituzioni come asili e case di riposto sia attraverso contributi economici annuali, sia fornendo mensilmente della carne che viene utilizzata nelle mense. Compañía de Tierras Sud Argentino è inoltre sponsor dell’asilo nido “Rain Antec”;
  • ha contribuito alla costruzione e alla donazione di una palestra alla città Maitèn, che viene utilizzata dalle scuole e dagli abitanti del luogo;
  • ha restaurato la biblioteca pubblica Chico Niños Lectores a Buenos Aires che viene utilizzata dalle scuole e gli abitanti del Paraje Buenos Aires Chico;
  • ha donato a Cushamen un centro sociale comprendente anche una biblioteca;
  • ha restaurato la chiesa locale e ha fornito attrezzature e tre nuove stanze all’ospedale rurale.

Altre attività Benetton attraverso Compañía de Tierras

I Benetton, come attività principale, mantengono attività produttive che danno lavoro alle popolazioni locali. Compañía de Tierras Sud Argentino, che opera localmente, infatti, investe annualmente in Argentina circa 20 milioni di dollari in stipendi, tasse e acquisti da fornitori locali, reinvestendo tutti i proventi nel territorio argentino, contribuendo quindi a sostenere fattivamente la comunità locale e sopravvivenza di un’economia locale notoriamente difficile.


La Gazzetta Augustana su facebook

Le Città del Network

 

Copyright © 2023 La Gazzetta Augustana.it
Testata editoriale iscritta al ROC con numero 25784
Direttore responsabile: Cecilia Casole
PF Editore di Forestiere Pietro - P. IVA 01864170897

Copyright © 2015/2023 PF Editore

In alto