News

Concluso progetto “Cinture bianche”, il karate in una scuola primaria di Augusta

AUGUSTA – Il karate è entrato nelle scuole primarie e secondarie di primo grado, grazie al progetto nazionale “Cinture bianche” della Fijlkam (Federazione italiana judo-lotta-karate-arti marziali), con l’approvazione del Miur, recepite le linee guida del Coni in materia di attività giovanile e dando seguito all’ultradecennale progetto “Sport e scuola”.

Ad Augusta la proficua collaborazione tra il maestro di karate Massimo Natoli e la dirigente scolastica Maria Giovanna Sergi ha consentito di introdurre in alcune classi della scuola primaria del “Corbino“, dallo scorso ottobre fino al saggio conclusivo tenuto una settimana fa, la secolare arte marziale, adattandola metodologicamente alle scienze motorie e anche a psicopedagogia e didattica.

Sono state coinvolte otto classi: due prime, due seconde, due terze e due quarte della scuola primaria. Determinanti la passione del maestro Massimo Natoli (responsabile del Team Natoli con l’Asd Extreme Fitness, per le competizioni agonistiche) e della figlia Chiara, karateka e assistente allenatore, coadiuvati nel corso dell’anno dalla docente referente Antonietta Zoncheddu e dagli insegnanti dei giovanissimi alunni.

Nel corso del saggio conclusivo, si sono succedute esibizioni di tecniche di karate con accompagnamento musicale, oltre a un circuito a stazioni, come da progetto. “Abbiamo lavorato insieme alle insegnanti, registrando tutti i progressi degli alunni per scegliere le metodologie più efficaci per loro; abbiamo cercato di insegnare a non ridere agli sbagli degli altri, ma a imparare dagli errori e sostenersi a vicenda“, ha detto nell’occasione Massimo Natoli, aspetti particolarmente apprezzati dalla dirigente scolastica.


scuolaopenday
In alto