Pubblicità elettorale

News

Augusta, mancato avvio servizi per alunni con disabilità, settimana risolutiva?

AUGUSTA – Pare finalmente vicina alla risoluzione la vicenda del mancato avvio da parte del Comune dei servizi di assistenza igienico-personale e Asacom (assistente all’autonomia e alla comunicazione) per gli alunni con disabilità degli istituti comprensivi, di competenza comunale. L’amministrazione comunale ha messo per iscritto all’associazione “20 novembre 1989” che aveva nuovamente richiesto informazioni, attraverso una pec del 27 settembre a firma dell’assessore alle Politiche sociali Rosanna Spinitta, che dovrebbe avviare l’iter amministrativo “in settimana“.

Dalla comunicazione formale dell’assessore si apprende che “è stata intrapresa una procedura relativa alla variazione del Piano di zona 2010-2012 al fine di poter usufruire di una parte delle somme finanziate; sulla variazione è già stato acquisito il parere favorevole del Gruppo Piano, all’uopo convocato, ed è stata, altresì, acquisita la presa d’atto in sede di Comitato dei sindaci tenuto il 24 settembre 2019“.

Nell’attesa di riscontro positivo da parte dell’Assessorato regionale sulla Variazione – si legge ancora nella pec – abbiamo anche cercato di chiedere l’ausilio del settore finanziario per il reperimento di somme svincolate da altri capitoli di bilancio e siamo in attesa di ottenere la prescritta attestazione (ex art. 10) da parte degli Istituti scolastici di “impossibilità di erogare il servizio per mancanza di personale formato“, ed avviare così l’iter amministrativo in settimana“.

Soddisfazione è stata espressa da Sebastiano Amenta, vicepresidente dell’associazione “20 novembre 1989”: “Da questa settimana le famiglie saranno chiamate per la scelta della cooperativa che dovrà espletare il servizio“.

inserzioni

L’associazione era stata protagonista di una manifestazione in piazza Duomo lo scorso 13 settembre (nella foto di copertina), per rivendicare i diritti degli alunni con disabilità, insieme alle famiglie e agli operatori sociali, alla presenza del suo presidente nazionale, l’avvocato catanese Maurizio Benincasa. In quell’occasione si sono registrate tensioni con gli amministratori comunali, e infine il sindaco Cettina Di Pietro aveva risposto alle nostre domande che “fondamentalmente è un problema della Regione, perché i Comuni limitrofi che hanno attivato il servizio lo hanno fatto con fondi comunali“, mentre, aggiungeva, per il Comune di Augusta in dissesto la questione verterebbe su “come trovare le somme senza un bilancio o un esercizio provvisorio per far fronte al servizio“.

Poi, a margine dell’incontro tenutosi la mattina del 27 settembre tra l’amministrazione e l’associazione, alla presenza del consigliere comunale d’opposizione Salvo Aviello, il sindaco Cettina Di Pietro ha dichiarato: “Abbiamo comunicato all’Associazione la risoluzione della problematica legata all’assistenza igienico sanitaria degli alunni disabili, negli istituti scolastici, di cui molto si è discusso recentemente, anticipandone i contenuti con nota a mezzo Pec, in riscontro ufficiale all’Associazione stessa“.

Inoltre, il primo cittadino, definendo l’incontro “costruttivo e propositivo“, ha colto l’occasione per evidenziare altre questioni trattate in materia, tra le quali la “costituzione della Consulta per le disabilità di cui al decreto del Presidente della Regione n. 625/2018 (…) su cui stiamo intensamente lavorando, ben comprendendone l’importanza e contando di raggiungere presto il risultato” e la “istituzione della figura del Garante della disabilità” sulla quale, ha affermato, “abbiamo dato disponibilità a condividere insieme con l’Associazione i contenuti del lavoro che stiamo svolgendo“.


scuolaopenday
In alto