News

Sospesa chiusura agenzia Inps di Augusta, occhi puntati sulla prossima riorganizzazione

AUGUSTA – “Un atto responsabile e di grande rispetto per un territorio già vittima di troppi scippi e dismissioni“. Questo il commento dei segretari generali provinciali di Cgil, Cisl e Uil, rispettivamente Roberto Alosi, Paolo Sanzaro e Stefano Munafò, alla notizia di ieri della sospensione della chiusura dell’agenzia Inps di Augusta.

Non ci siamo mai rassegnati a questa ipotesi calata dall’alto – affermano i tre segretari –. Ci siamo spesi in tutti i modi e a tutti i livelli per scongiurare una scelta irresponsabile in un territorio vasto che non coinvolge soltanto il comune di Augusta. La decisione della direzione centrale organizzazione e sistemi informativi dell’Istituto accoglie quanto noi abbiamo sostenuto in questi mesi insieme alle categorie maggiormente interessate, quelle dei Pensionati e della Funzione pubblica. Ora non bisogna abbassare la guardia“.

Sull’agenzia Inps di Augusta, che serve oltre sessantamila utenti, considerati i comuni vicini, è stato importante l’impegno di tutte le categorie sindacali, sia Spi Cgil, Fnp Cisl, Uilp Uil, che Fp Cgil, Cisl Fp, Uil Pa, che a fine maggio hanno manifestato in piazza Duomo e che hanno portato le varie istanze ai tavoli palermitani.

Ora – dichiarano, congiuntamente, i rispettivi segretari di categoria – bisogna restare vigili perché nel prossimo riesame degli organi del nuovo regolamento sul decentramento territoriale dell’istituto, l’Inps mantenga la propria presenza ad Augusta. Solo in questo modo si potrà garantire un servizio indispensabile per le migliaia di pensionati, lavoratori e le loro famiglie“.

(Nella foto in evidenza: la manifestazione dei sindacati in piazza Duomo per il mantenimento dell’agenzia Inps, il 26 maggio scorso)


getfluence.com
In alto