Hobby & Hi-Tech

Come arredare casa grazie alla luce indiretta

Arredare casa è una delle attività più importanti e accurate da fare se si vuole creare un ambiente confortevole e accogliente. Da cosa partire? La risposta è semplice: l’illuminazione.

Un buon sistema di illuminazione è il punto di partenza per vivere serenamente nel proprio appartamento e per presentarlo nel migliore dei modi (anche a possibili acquirenti). Negli ultimi anni sono sempre più richiesti sul mercato sistemi di illuminazione indiretti, adottati soprattutto in aree residenziali, abitazioni e uffici.

– Illuminazione indiretta: come funziona?

Si parla di illuminazione indiretta quando vi è una fonte di luce nascosta che può essere riflessa su qualsiasi superficie, per enfatizzare il volume dell’ambiente ed eliminare le zone d’ombra.
Il vantaggio maggiore? Sicuramente consiste nel fatto che non vi saranno più problemi legati al fastidioso fenomeno dell’abbagliamento, dal momento che si otterrà un ambiente con illuminazione uniforme che permette, tra l’altro, di lavorare senza affaticare troppo la vista.

Un altro vantaggio da tenere in considerazione è il risparmio energetico: massime potenzialità, minimi prezzi. È comunque consigliabile di coprire qualsiasi fonte di luce con apposito rivestimento per riparale da polvere e sporcizia.

Se, infine, si vuole puntare a un risparmio maggiore, allora la soluzione perfetta è rappresentata dalle strisce led flessibili (o strip led): sul mercato ne esistono di tantissimi tipi, basta scegliere quelle più adatte alle proprie esigenze.

– Illuminazione indiretta: tante idee per l’arredamento

Dopo aver presentato le funzioni e i vantaggi di un sistema di illuminazione indiretta, è bene focalizzarsi sui numerosi modi per sfruttare la luce indiretta, che conferirà all’ambiente un tocco di eleganza e finezza.

In generale, quando si parla di illuminazione indiretta, si fa sempre riferimento alla luce soffusa, che si ottiene posizionando diverse fonti di luce in posizioni diverse della casa. Ecco, dunque, le idee per sfruttare al meglio l’illuminazione indiretta.

  • Lampade con luce indiretta: un’ottima alternative alle lampade alogene, che consumano maggiormente energia per un’illuminazione forte e poco uniforme.
  • Cornici ad illuminazione indiretta: questa fantastica alternativa utilizza una luce che c’è ma non si vede. Per ottenere un effetto ancor più scenografico, è consigliabile utilizzare dei profili da applicare alla parete: la luce sarà del tutto naturale ma l’apparecchio luminoso sarà nascosto. Se le cornici non si adattano all’ambiente della casa, un’ottima alternativa è rappresentata dalle nicchie che, ricavate alle pareti con cartongesso, nascondono la fonte luminosa.
  • Illuminazione indiretta su contro soffitto: un altro modo per utilizzare una luce indiretta, è installare le strip led all’interno di un contro soffitto: la striscia luminosa sarà sempre nascosta e la stanza viene illuminata per diffusione, grazie al riflesso che si viene a creare.
  • Applique a luce indiretta: lampade a parete indicate se si vuole evitare di fare lavori per creare nicchie e contro soffitte. La luce emanata da questo sistema a muro non è molto forte ma renderà l’ambiente caldo e piacevole.
  • Faretti a luce indiretta: attraverso questi faretti installati al soffitto, si può incrementare l’illuminazione della stanza.
  • Piscina illuminata: l’acqua è l’elemento perfetto per creare giochi di luce spettacolari, grazie al suo movimento che rifrange la luce e proietta le ombre tutto intorno. Un vantaggio non indifferente per chi possiede una piscina in giardino. L’illuminazione soft e naturale attorno alla piscina renderà l’ambiente circostante ancora più rilassante di quanto già lo sia.

Per fare una scelta ancor più accurata, è bene ricordare che esistono tre categorie di luce:

  • illuminazione ambientale, adatta agli ambienti della casa;
  • illuminazione d’accento, perfetta per far risaltare elementi architettonici o decorazioni in generale;
  • illuminazione per applicazioni specifiche, cioè quelle luci non fisse e utilizzate per le attività di tutti i giorni, dallo studio alla lettura.

– La regolazione della luce: come creare un’atmosfera vivace e accogliente

L’ultimo parametro da tenere in considerazione è la regolazione del sistema di illuminazione che si andrà a scegliere per la casa o qualsiasi altro ambiente. È giusto considerare, tuttavia, che la sola illuminazione indiretta non è sufficiente a fornire abbastanza luce: per questo la si deve sempre considerare come un complemento della luce principale.

Se si sceglierà un sistema per illuminazione esterna, si andranno a collocare dei faretti in determinati punti dell’ambiente che si vuole illuminare: in giardino, ad esempio, si devono posizionare in punti strategici, per creare l’atmosfera giusta e risaltare la bellezza di piante, sculture o altri oggetti di decoro.

Infine, è bene considerare che sul mercato esistono anche luci colorate, che creano un’atmosfera allegra e vivace, ideale per feste o cerimonie. È possibile scegliere un’ampia gamma di colori, che contribuiranno a valorizzare elementi decorativi della proprietà.

Sempre più persone scelgono un sistema di illuminazione indiretta per la loro abitazione e per creare un’atmosfera piacevole e che non affatichi la vista (e le bollette): è questa la scelta giusta che sta conquistando tutti.


In alto