Politica

Comitato per il “No”, partiti del centrodestra augustano avviano la campagna referendaria

AUGUSTA – I partiti del centrodestra augustano si incontrano, rispondendo positivamente all’appello lanciato dal circolo locale di Fratelli d’Italia lo scorso 29 aprile, per ricostruire una coalizione competitiva su basi programmatiche e obiettivi condivisi.

Il primo banco di prova per lo stesso partito di Fratelli d’Italia, Forza Italia e Noi con Salvini è il referendum costituzionale che si celebrerà il prossimo ottobre, motivo per cui ad Augusta i tre movimenti hanno deciso di collaborare e costituire un comitato per sostenere il “No” alla riforma costituzionale voluta dal governo Renzi e opporsi alla connessa legge elettorale “Italicum” approvata lo scorso anno.

A tal fine, si è organizzato per questo giovedì mattina un primo gazebo del comitato, all’interno del mercato rionale del quartiere Borgata, in via Buozzi, per incontrare i cittadini e illustrare le ragioni del “No”, per far conoscere, nella forma e nella sostanza, il contenuto della riforma oggetto di consultazione referendaria.

Tra le motivazioni addotte, quella della combinazione tra riforma costituzionale e legge elettorale, che minerebbe gli interessi degli Italiani e l’idea stessa di democrazia. Secondo il comitato per il “No” si tratterebbe di “un abito cucito su misura per Renzi stesso ed il suo partito“, consentendo a una sola lista priva della maggioranza assoluta di “impossessarsi in un sol colpo dell’unica Camera rimasta, della possibilità di eleggere a suo piacimento il presidente della Repubblica, di nominare ancora a suo piacimento la Corte costituzionale, così distruggendo il delicatissimo equilibrio fra poteri dello Stato ed aprendo la via ad una possibile deriva antidemocratica“.

È stato il portavoce di Forza Italia giovani Andrea Timmonieri a spiegare subito che il comitato è aperto a ulteriori contributi: “Abbiamo dato l’input, adesso chiunque condivida questa linea di pensiero è ben accetto. Riteniamo sia giusto informare per votare “No” al referendum e opporci alle decisioni che sono state prese dal governo Renzi”.

Altro giovane promotore, uno dei due coordinatori di Fratelli d’Italia, Marco Failla si è dichiarato soddisfatto per il risultato odierno, rilevando che “molte persone sono già convinte di votare “No” al referendum“. A cui Enzo Inzolia, anch’egli coordinatore del partito guidato da Giorgia Meloni, ha aggiunto che continueranno “ancor più convinti questa battaglia per gli interessi dei cittadini e della democrazia“.

Il portavoce di Forza Italia Rino Lazzari ha posto l’accento sull’intesa raggiunta dei partiti del centrodestra locale: “Speriamo di mantenere questo affiatamento e riscontro con piacere che ci sono tanti ragazzi volenterosi. Abbiamo intenzione di promuovere diverse iniziative per la nostra città e nei confronti di questa Amministrazione, che non sta funzionando come dovrebbe“.

Tiziana Saraceno, portavoce di Noi con Salvini, a chiusura di questa prima mattina di campagna referendaria, ha affermato: “Avendo creato questo comitato, ci proponiamo di essere presenti sul territorio. Da oggi al giorno del referendum saremo particolarmente attivi. Per far ciò è importante informare i cittadini perché siamo dell’idea che i risultati dipendono anche da una buona comunicazione“.

Il comitato per il “No” renderà note a breve le ulteriori occasioni di incontro con la cittadinanza.


getfluence.com
In alto