News

Intitolazione del palasport di Brucoli a Claudia Quattrocchi, manca ultimo step

AUGUSTA – Il palazzetto dello sport di Brucoli, da sempre privo di denominazione, sarà intitolato a Claudia Quattrocchi, la giovane augustana scomparsa a soli 13 anni a causa di un incidente stradale. Fu travolta da un’auto mentre attraversava sulle strisce pedonali in corso Sicilia, in prossimità del Palajonio, la sera del 14 settembre 2013.

Una vittima della strada compianta dall’intera cittadinanza, e che amava praticare la pallavolo, motivo per cui, anche a seguito di diverse iniziative da parte di cittadini e associazioni concretizzate negli anni per mantenere vivo il suo ricordo, l’Amministrazione ha proposto ai familiari di Claudia di intitolarle il palasport, idea subito apprezzata e accettata. L’impianto comunale è gestito in concessione dal Consorzio Auruca presieduto da Mimmo Di Franco, anche dirigente dell’Asd Pallavolo Augusta.

Con l’approvazione della delibera di giunta, del 31 ottobre, si è dato mandato al responsabile del Settimo settore di richiedere la necessaria preventiva autorizzazione al Prefetto di Siracusa, non ancora arrivata.

Nei giorni scorsi, il sindaco Cettina Di Pietro riferiva: “L’intitolazione vuole, quindi, avere sia la finalità di aiutare a rendere indelebile il ricordo di Claudia nei confronti di tutti noi ed in particolare dei ragazzi, degli amici e dei familiari, ma al tempo stesso vuole essere anche un’occasione per invitare tutti ad una sana riflessione sulle conseguenze che possono verificarsi mentre si guida un veicolo“.

inserzioni

Ricordiamo che, dopo il fatale incidente in cui perse la vita la tredicenne, seguita, nel tragico destino riservato da quelle strisce pedonali di corso Sicilia, dalla signora Maria Monterosso, si erano mobilitate nel nome della sicurezza stradale l’associazione “Genitori e figli – Unitevi a noi” e la compagnia “Officina teatrale”, presiedute rispettivamente da Antonio Caruso e Attilio Piazza. La raccolta fondi, portata a compimento attraverso due spettacoli teatrali di beneficenza, ha consentito, lo scorso maggio, l’installazione dell’auspicato attraversamento pedonale sopraelevato deterrente di velocità (vedi articolo).


scuolaopenday
In alto