News

Rischio meteo-idrogeologico, prevenzione ad Augusta tra prescrizioni e spending review

AUGUSTA – Di regola, con la fine dell’estate arrivano fenomeni temporaleschi che ad Augusta, anche in anni recenti, hanno determinato alluvioni e gravi disagi alla cittadinanza. Su tutti, le precipitazioni record registrate nel mese di settembre di due anni fa. Il prefetto Giuseppe Castaldo ha inviato ai sindaci della provincia una circolare con la quale evidenzia l’importanza degli adempimenti prescritti dalla Protezione civile nazionale e regionale, inerenti alla prevenzione del rischio meteo-idrogeologico ed idraulico.

Tra gli indirizzi operativi forniti dai rispettivi dipartimenti, Castaldo sottolinea, in particolare, la necessità di provvedere ad un “costante aggiornamento della Pianificazione di emergenza, che tenga conto anche delle recenti modifiche dell’assetto del territorio in seguito ai numerosi incendi che hanno interessato la provincia nei mesi estivi, nonché di prevedere l’attivazione di presidi territoriali con compiti di vigilanza ed intervento tecnico“. Inoltre, tra le prescrizioni, cita la “manutenzione delle infrastrutture idrauliche ed all’individuazione dei siti maggiormente a rischio, predisponendo gli interventi volti alla mitigazione dello stesso“.

Interviene anche in merito ai bollettini sulle allerte meteo, diramati quotidianamente dalla Protezione civile regionale, spesso motivo di polemiche per le conseguenti, discrezionali decisioni assunte dai sindaci (chiusura scuole, ad esempio). A riguardo, invita alla “puntuale esecuzione delle attività di competenza previste nelle diverse fasi operative in relazione alle criticità ed ai connessi livelli di allerta indicati“.

Sentito dalla redazione, l’assessore Danilo Pulvirenti, che detiene la delega alla Protezione civile, spiega: “Provvederemo agli adempimenti, consapevoli che le tante prescrizioni di legge dovrebbero essere supportate da personale di numero proporzionale alle prescrizioni stesse. Invece ci troviamo in una situazione di stallo di nuove assunzioni a causa della spending review. Cionostante gli uffici si fanno in quattro per tenere testa alle tante prescrizioni da ottemperare coinvolgendo anche i volontari di protezione civile“.

inserzioni

(Nella foto in evidenza: intervento in Borgata del 24 settembre scorso)


scuolaopenday
In alto