News

Archeoclub Augusta presenta il “Viaggio nella Grecia Antica”

AUGUSTA – Viaggio nella Grecia Antica da Oriente a Occidente. Questo il titolo dell’ultima pubblicazione dei due professori, Carlo Ruta, saggista e studioso del mondo mediterraneo, e Sebastiano Tusa docente, saggista e soprintendente del Mare della Regione Sicilia, presentata sabato mattina, 16 settembre, dalla sede augustana di Archeoclub presieduta da Mariada Pansera, che ha visto, inoltre, gli interventi di Fabio Granata, presidente di Archeoclub sede di Siracusa e già assessore regionale ai Beni culturali, e di Fulvia Toscano, docente, presidente di Archeoclub sede di Giardini Naxos, Taormina e Alcantara e direttore artistico dei festival letterari Naxoslegge e Nostos.

A fare da sfondo alla presentazione del libro, e perfettamente allineato al viaggio che in esso si racconta, un mare antico, il Mar Mediterraneo, ammirato nel suo insinuarsi nel golfo Xifonio proprio dalla location scelta per l’iniziativa, un noto pontile sul lungomare Granatello.

Scritto in forma di dialogo, gli autori accompagnano il lettore in un viaggio nella Grecia arcaica e classica, attraversando le epoche salienti dell’Ellade, partendo dal cuore continentale della Grecia fino a comprendere l’intera regione mediterranea ed alcune zone dell’Asia minore. Così come nel loro precedente lavoro, In viaggio tra Mediterraneo e storia, i due autori sottolineano ancora una volta il ruolo fondamentale che il Mediterraneo, culla di civiltà diverse e crocevia di culture, ebbe nell’evoluzione dei rapporti tra le polis della madrepatria e le loro colonie d’oltremare.

Un viaggio nella storia dell’Ellade, dall’Atene di Pericle che fu per antonomasia l’archè di tutte le primavere civili, passando per le colonie greche siciliane di Naxos, Syracusae, Megara Hyblaea, Segesta, Selinunte, fino ad arrivare alla hybris, il decadimento in cui sprofondò Atene a seguito della Guerra del Peloponneso mentre, invece, incalzava la potenza della città di Roma che, sottomessa Cartagine, annetterà sotto i propri vessilli imperiali l’intera regione mediterranea, spingendosi a oriente fino alla Siria ed a occidente fino all’Oceano Atlantico. Roma annetterà anche l’Ellade, che amministrerà, però, sempre con grande rispetto e dalla quale riceverà una grande eredità, la più alta, quella culturale, attraverso cui Atene tornerà a rivivere nella Roma del diritto e delle genti.

Un appuntamento culturale di fine estate, quello organizzato dalla sede augustana di Archeoclub, che si era presentata ufficialmente nel cuore della stagione estiva contestualmente alla presentazione del libro di un giovane archeologo augustano (vedi articolo) e che ha per obiettivo la valorizzazione del patrimonio archeologico-monumentale del territorio.


getfluence.com
In alto