Politica

Autorità portuale, il commento dei consiglieri comunali di opposizione

AUGUSTA – I rappresentanti della politica cittadina e siracusana, in attesa che si proceda con le nomine del prossimo Comitato di gestione, hanno espresso particolare soddisfazione per quanto è emerso dal decreto attuativo della riforma della portualità italiana presentato ieri, con la scelta di Augusta quale sede dell’Autorità di sistema portuale del Mare di Sicilia orientale.

Per i dodici consiglieri comunali di minoranza, che intervengono in merito attraverso una nota congiunta, è stato “confermato punto per punto quanto richiesto nella mozione di indirizzo approvata dal Consiglio comunale nella seduta monotematica, richiesta dai consiglieri di opposizione“.

Ricordiamo che si tratta di Beneventano Del Bosco, Triberio, Lisitano, Canigiula, Errante, Niciforo, Aviello, Sauro, Tripoli, Di Mare, Pasqua, Tribulato.

I toni sono entusiastici: “È una vittoria per la Città intera, che scongiura così il pericolo di venire privata di un altro determinante pezzo della propria economia e, soprattutto, della propria identità; è un risultato che testimonia, ancora una volta, che solo attraverso collaborazione e apertura si possono ottenere risultati e lavorare in maniera proficua e seria per la Città“.

Nella nota sottolineano che per Augusta non si tratterebbe di una “concessione“, ma di un “semplice e dovuto riconoscimento a livello nazionale del ruolo storico che la nostra Città ha sempre avuto“.

Infine, i dodici consiglieri comunali guardano a quanto si dovrà fare da qui in avanti: “Adesso è compito di tutti, e dell’Amministrazione comunale in primis che ne ha il dovere e gli strumenti, mettere a frutto con impegno e fermezza questa vittoria e non consentire che questo risultato diventi l’ennesima occasione mancata per la Città, che mai come oggi necessita di rilancio e sviluppo; si parta adesso dalle enormi potenzialità che scelte sbagliate, o quanto meno discutibili, hanno da sempre reso inespresse; la vera sfida inizia adesso e, di sicuro, nessuno abbasserà la guardia su chi oggi ha il dovere di realizzare tutto questo“.


getfluence.com
In alto