News

Castello Svevo sotto sequestro, indagati Crocetta e dirigenti regionali

AUGUSTA – Il Castello Svevo, simbolo di Augusta e oggetto da decenni di richieste di interventi per la conservazione di un patrimonio monumentale di rilievo nazionale, è stato posto sotto sequestro lunedì intorno alle ore 13 dai Carabinieri del Nucleo per la tutela del patrimonio culturale di Siracusa, su disposizione del Gip di Siracusa.

Il provvedimento si sarebbe reso necessario a seguito di un’indagine, scaturita da una denuncia della sezione augustana dell’associazione “Italia nostra” e condotta dalla Procura di Siracusa, e che vedrebbe quali indagati il presidente della Regione Rosario Crocetta e quattro dirigenti regionali, Gaetano Pennino, Rino Gigliola, Sergio Gelardi e Gesualdo Campo, oltre all’ex governatore Raffaele Lombardo. I reati contestati sono omissione di atti d’ufficio, danneggiamento al patrimonio archeologico, storico e artistico nazionale e omissione di lavori in edifici o costruzioni che minacciano rovina.

Il maniero federiciano sarebbe quindi a rischio crollo per i mancati interventi, costituendo un pericolo per l’incolumità pubblica. È stata nominata custode giudiziale la soprintendente ai Beni culturali di Siracusa Rosalba Panvini.

Solo alcuni mesi fa, ad ottobre, sembrava che si fosse sbloccato l’iter alla Regione per il finanziamento comunitario di 10 milioni di euro per l’avvio dei lavori al fine di istituire un polo museale all’interno del Castello Svevo denominato “Museo del Mediterraneo moderno”. Alcuni anni fa erano stati eseguiti degli importanti lavori di “cinturazione” in cemento armato del perimetro strutturale, per consolidare la base del Castello e fugare il rischio di smottamenti.


scuolaopenday
In alto