pubblicità elettorale
News

Augusta, gemellaggio con La Valletta nella vigilia di San Domenico. Le anticipazioni dell’assessore

AUGUSTA – Alla vigilia della festa patronale, martedì 23 maggio alle ore 11,30, verrà accolta dall’amministrazione Di Mare e dal consiglio comunale, a palazzo di città, la delegazione istituzionale della città di La Valletta, la piccola capitale di Malta, per un “progetto europeo di gemellaggio (finanziato dal progetto Cerv, ndr) nel segno della comune devozione a San Domenico e alle tradizioni storiche e culturali”. Subito dopo, le firme ufficiali sul protocollo d’intesa. L’iniziativa, voluta dal Comune e auspicata dall’associazione “Italia nostra” di Augusta in collaborazione con l’associazione maltese “The Islands“, era già stata anticipata lo scorso 11 maggio in sede di conferenza stampa sul programma generale dei festeggiamenti in onore del santo patrono (vedi foto all’interno), e stamani l’assessore Pino Carrabino, con deleghe a cultura, tradizioni e promozione del territorio oltre che alla polizia municipale, ha convocato nuovamente la stampa locale per comunicare alcuni dettagli e anticipazioni.

La delegazione maltese è composta dal sindaco di La Valletta, Alfred Zammit, il segretario generale Gabriella Agius, il manager Matthew Carbonaro, gli assessori Liam Pace e Jurgen Briffa, lo storico Dante Cerilli e la presidente dell’associazione “The Islands” Ivana Legname. È noto che sarà in città la Società filarmonica “King’s Own”, l’antica banda maltese con sede nella capitale, composta da circa sessanta elementi, attualmente presieduta dall’architetto Ivan Piccinino, che terrà il primo concerto nel pomeriggio (ore 18) in chiesa Madre (anziché sul sagrato, in piazza Duomo) per poi accompagnare la tradizionale processione del Braccio reliquiario di San Domenico accanto al Corpo bandistico “Federico II – Città di Augusta”. Nel giorno della festa del patrocinio di San Domenico, sono previste altre tre esibizioni insieme alla banda musicale cittadina: la mattina alle 9,30 in sfilata da piazza Castello per le vie del centro, il pomeriggio alle 18 ancora in piazza Duomo, per infine seguire la processione del simulacro di San Domenico.

Stamani l’assessore Pino Carrabino, nel salone di rappresentanza, ha esposto ai giornalisti (vedi foto di copertina) alcune variazioni del programma inerente al gemellaggio, “che avrà inizio con un momento di animazione esterna a cura degli alunni della “Todaro(omaggio a Giovanni Falcone per la concomitante Giornata della legalità, ndr), che si esibiranno sul sagrato della chiesa Madre, e degli alunni della scuola “Principe di Napoli(omaggio a San Domenico, ndr) che concluderà la performance, anziché nella chiesa di San Domenico, in piazza Duomo per dare un saluto agli ospiti“.

Sul primo concerto ad Augusta della banda filarmonica maltese ha detto: “Il concerto che era previsto sul sagrato, sarà invece, presentato all’interno della chiesa Madre, perché si tratta di un momento ufficiale di presentazione dell’orchestra alla città. Hanno preparato alcuni brani legati alla tradizione siciliana, perché nel repertorio di questa prestigiosa orchestra ci sono diverse composizioni di un maestro siciliano. Domani vedremo i dettagli. Alle 18 quindi concerto in chiesa Madre per dare lustro al momento che stiamo celebrando“.

Carrabino ha precisato: “È opportuno ribadire che in Sicilia ci sono in atto diversi gemellaggi con città maltesi, ma Augusta si sta gemellando con La Valletta, la capitale. Suggella il rapporto che c’è da secoli tra Augusta e Malta. Legame consolidato con la Ricetta di Malta, che sorse con la galletta che ancora oggi si produce a Malta. E poi il rapporto con la comunità religiosa: qui è stato sepolto un vescovo maltese e quindi c’è stata una continua sinergia. Cosa celebriamo con questo gemellaggio? La nostra storia e la nostra identità, che non è solamente legata alla figura di San Domenico, patrono di Augusta e patrono della loro orchestra“. “A Malta sono state rinvenute due statuette di San Domenico dei primissimi dell’800, sicuramente provenienti da Augusta“, ha aggiunto l’assessore.

Il 25 maggio sarà dedicato alla conoscenza del territorio, che è poi la sintesi del gemellaggio europeo, perché il progetto prevede la valorizzazione delle comunità ma anche di avere degli approfondimenti culturali che faremo con l’associazione Italia nostra – ha anticipato Carrabino, giacché non indicato nel programma dei festeggiamenti patronali – che inizierà con la visita dell’Adonai, le Saline, le chiese della città e poi la Ricetta di Malta, che dovrebbe concludere questa tre giorni“.


La Gazzetta Augustana su facebook

Le Città del Network

 

Copyright © 2023 La Gazzetta Augustana.it
Testata editoriale iscritta al ROC con numero 25784
Direttore responsabile: Cecilia Casole
PF Editore di Forestiere Pietro - P. IVA 01864170897

Copyright © 2015/2023 PF Editore

In alto