Cronaca

Augusta, milleseicento tonnellate di rottami ferrosi sequestrati nel porto commerciale

AUGUSTA – La Guardia costiera di Augusta ha sottoposto a sequestro penale un imponente cumulo di rottami ferrosi ammontante a quasi 1.600 tonnellate, ammassato su un’area di circa 1.500 metri quadrati nel porto commerciale di Augusta, sita all’interno di un tratto in concessione a un operatore portuale.

Il materiale era “destinato alla spedizione transfrontaliera extracomunitaria e pronto per essere imbarcato“, secondo quanto rilevato dagli agenti della Guardia costiera che hanno riscontrato delle “irregolarità documentali“, procedendo con il blocco della spedizione e le consequenziali attività di polizia giudiziaria.

Il responsabile della gestione delle attività di movimentazione dei rottami è stato deferito all’autorità giudiziaria.

Si tratta del quarto ma più imponente sequestro in questa “filiera” nel porto commerciale dallo scorso ottobre, considerato che i precedenti interventi dei militari della Capitaneria di porto di Augusta hanno riguardato complessivamente poco più di 300 tonnellate di rottami ferrosi.


In alto