News

“La casa di reclusione al servizio della città”, partecipata conferenza-concerto al Sacro Cuore

AUGUSTA – Folta partecipazione all’incontro dal titolo “La Casa di reclusione al servizio della città di Augusta”, tenuto la sera di venerdì 16 giugno nella chiesa del Sacro Cuore, nell’ambito dei festeggiamenti per l’80° anniversario della chiesa del quartiere Borgata. L’istituto di pena ha così preso parte al programma in onore della ricorrenza, con una esibizione di due componenti della “Brucoli swing band” diretti da Maria Grazia Morello.

Nella conferenza si sono susseguiti gli interventi, e le testimonianze, del direttore dell’istituto di pena Antonio Gelardi, di Emilia Spucches direttrice dei servizi educativi, del sindaco Cettina Di Pietro, della dirigente scolastica Maria Concetta Castorina, di padre Francesco Antonio Trapani, cappellano del carcere, di Giuseppe Pitari, presidente del locale Rotary club, di Giovanna Diliberto, portavoce del gruppo scout “Augusta 2”.

I relatori hanno illustrato le attività svolte in sinergia dalla Casa di reclusione con le varie realtà ecclesiali, sociali e culturali del territorio, come le confraternite dell’Annunziata, dell’Odigitria e di S. Giuseppe, la Guardia costiera ausiliaria presieduta da Jano Di Mauro.

Menzionati in particolare i lavori gratuiti che i detenuti eseguono a favore della città, nelle scuole “Arangio Ruiz” e “Corbino” e al Comune, oltre alle attività congiunte detenuti-studenti nell’ambito dei progetti di tutela della legalità.

Sono stati poi ricordati due grandi eventi organizzati con la collaborazione della Casa di reclusione nel recente passato: la visita del Corpo di S. Maria Goretti al Castello Svevo, con l’esibizione dei registri della vecchia casa penale, a testimonianza della presenza nel vecchio reclusorio del suo uccisore Alessandro Serenelli; inoltre lo straordinario concerto della “Brucoli swing band” all’interno del maniero federiciano dopo un’opera di pulizia straordinaria curata dagli stessi detenuti.

La conferenza si è conclusa con i ringraziamenti del parroco don Davide Di Mare a coloro che si impegnano per portare avanti tali collaborazioni nello spirito della risocializzazione e delle pratiche di  giustizia riparativa. Da parte del direttore della Casa di reclusione Gelardi sono stati espressi ringraziamenti nei confronti dei tecnici Mauro Farina, Roberto Mauro e Rosario Carrabino e del regista della serata Giuseppe Carrabino.

(Foto in evidenza: Alberto Di Grande)


In alto