Eventi

“Un bosco per la città”, tre tappe negli istituti comprensivi per piantare verde autoctono

AUGUSTA – Tre date della “Festa degli alberi” organizzata dal Comune, dagli istituti comprensivi, dalla Forestale di Siracusa e con il supporto anche burocratico dell’associazione nazionale “Upm – Un punto macrobiotico”, come lo scorso anno nell’ambito del progetto “Un bosco per la città”.

Gli istituti scolastici coinvolti sono il “Costa“, compreso il plesso polivalente, per mercoledì 6 dicembre, il “Corbino“, con i plessi “La Face” e “Morvillo”, per mercoledì 13 dicembre, e il “Todaro”, compresi i plessi “Saline” e polivalente, per mercoledì 10 gennaio.

Quest’anno le piante donate dalla Forestale verranno messe a dimora nelle aiuole delle scuole, in modo da creare un percorso formativo che consenta agli insegnanti di formare i più piccoli attraverso una vera e propria aula didattica all’aperto. Le piante donate sono: leccio, piante aromatiche (timo, maggiorana, rosmarino, ecc.) ed altre piante tutte tipiche della macchia mediterranea e sapientemente riprodotte nel vivaio forestale “Spinagallo” di Cassibile dove, grazie alla squadra lavori, sono state prelevate, catalogate e portate negli istituti scolastici.

Le scuole sceglieranno alcune classi da coinvolgere e i giovani studenti si trasformeranno in piccoli giardinieri, ai quali verranno affidate le piante che dovranno essere curate soprattutto per il primo anno di vita.

È un’iniziativa fortemente voluta dall’Amministrazione comunale – afferma l’assessore all’Ambiente, Danilo Pulvirenti che vuole trasmettere ai più piccoli il rispetto nei confronti dell’ambiente e degli alberi, i quali troppo spesso vengono maltrattati e bruciati durante il periodo estivo e poi nulla si fa per cercare di rimediare al danno, enorme, subito dalla natura. Gli alberi sono uno strumento fondamentale per la nostra presenza sulla Terra perché ci offrono l’ossigeno, depurano l’aria, attirano l’acqua attraverso le radici ed i rami”.

(Foto in evidenza: generica)


In alto