News

Nominato il segretario generale dell’Adsp Augusta-Catania, Assoporto “detta” le priorità

AUGUSTA – Si è concluso il secondo incontro, dopo quello di metà maggio, tra Assoporto Augusta, il presidente dell’Autorità di sistema portuale Augusta-Catania Andrea Annunziata e il sindaco Cettina Di Pietro, per un “tavolo di concertazione” invocato dalla presidente dell’associazione degli operatori portuali Marina Noè.

Mentre si resta in attesa degli sviluppi della giustizia amministrativa sulla questione della sede, il Comitato di gestione dell’Autorità di sistema ha nominato proprio ieri, lunedì 31 luglio, all’unanimità su proposta del presidente Annunziata, l’ingegnere Carlo Guglielmi alla carica di segretario generale. Il professionista, 57 anni di Lecce, ricopre attualmente l’incarico di dirigente al ministero delle Infrastrutture e dei Traporti e resterà in carica quale segretario generale dell’Adsp per quattro anni.

Secondo quanto riferito attraverso una nota ufficiale da Assoporto, nella sede dell’associazione, alla presenza di una rappresentanza di associati, si è fatto il punto sulla situazione. Durante l’incontro sono state toccate alcune questioni ritenute dagli operatori portuali di “attualità strategica”: i lavori di manutenzione per il rifiorimento della diga foranea, il cui iter è in corso di definizione; la strategicità di programmazione di un’area di stoccaggio e rifornimento di Gnl, su cui ci sarebbe, a detta di Marina Noè, “una importante intesa tra Assoporto, Autorità di sistema e Comune di Augusta”.

È stato auspicato dalla presidente di Assoporto Augusta un prossimo incontro con tutti gli operatori di Augusta e Catania, per fare il punto sugli investimenti presenti e futuri delle due realtà portuali. Mentre al sindaco Di Pietro è stato chiesto di avviare, con una richiesta ufficiale, l’eventuale accorpamento dell’area del golfo Xifonio da parte della Autorità di sistema portuale.

inserzioni

Sulla vicenda della prossima istituzione di un hotspot o Cpsa decisa dal ministero dell’Interno, temporaneamente nel porto commerciale in sostituzione della tendopoli con prossima delocalizzazione da definire, comunque nelle adiacenze del porto megarese, come recentemente reso noto dal sindaco Di Pietro (vedi articolo), la presidente Noè non sembra preoccupata: “Si tratta di una novità importante – commenta la presidente Marina Noè – una soluzione frutto di una concertazione. Vigileremo perché sia trovata una sistemazione fuori dall’area commerciale”.


archeoclubmegarahyblaea
In alto