Eventi

Augusta, festival poetico “Il Federiciano” per la prima volta in città: ecco il programma dal 25 al 27 agosto

AUGUSTA – È tempo di preparativi per accogliere da venerdì 25 a domenica 27 agosto la quindicesima edizione del festival poetico “Il Federiciano“, con il patrocinio comunale, per la prima volta nella città fondata da Federico II di Svevia. Arriveranno in quella settimana i poeti in concorso, da ogni parte d’Italia e anche dall’estero, per vivere tre giorni di immersione artistica. 

Le poesie inedite sono state raccolte fino all’11 luglio scorso, per la partecipazione al concorso internazionale che annualmente indice la “Aletti editore”, il cui titolare Giuseppe Aletti, fondatore del festival e della rivista letteraria “Orizzonti”, presiede la giuria insieme ad Alessandro Quasimodo, attore figlio del poeta premio Nobel, e Hafez Haidar, arabista libanese naturalizzato italiano noto per essere il principale traduttore nella nostra lingua delle opere di Khalil Gibran.

La manifestazione intende fare da ponte – fanno sapere i promotori – tra quelli che sono stati i poeti federiciani in origine e i poeti del nuovo millennio che partecipano al concorso e si incontrano nel territorio augustano, che diventa la loro dimora ideale“.

Il programma del festival verrà presentato ufficialmente alla presenza di pubblico e stampa giovedì 24 agosto alle ore 18,30 nel salone di rappresentanza del palazzo di città. Si entra nel vivo venerdì 25 con la gara poetica “Estemporanea di poesia“, aperta a tutti, in cui i partecipanti, dopo aver scelto una delle tracce tematiche pubblicate online la mattina sulle pagine social “Il paese della poesia – Il Federiciano” e “Aletti editore”, scriveranno una poesia nell’arco della giornata, da leggere alle ore 18 nello stesso salone di rappresentanza davanti alla giuria, che premierà i primi cinque classificati che avranno ottenuto il punteggio più alto. La prima giornata si concluderà con la “cena poetica”, previa prenotazione, in una nota struttura alberghiera al Monte.

L’indomani, sabato 26, è il giorno della “invasione poetica” del centro storico da parte di tutti i partecipanti, che si raduneranno in piazza Duomo alle ore 17 per seguire in corteo l’inaugurazione delle stele poetiche in ceramica. Le stele, sei, riprodurranno i testi delle poesie vincitrici del concorso, tra cui una scelta dalla sezione “I germogli” dedicata ai giovanissimi autori, che saranno interpretate dall’attrice augustana Mariapaola Tedesco. A quel punto, il corteo di poeti si dividerà in tre grandi gruppi, per partecipare alla sessione di letture poetiche, riservata ai primi cento autori prenotati, che si terrà in contemporanea su ben tre piazze (piazza Duomo, piazza Castello e piazza Mercato). “Ed è questa una rivoluzionaria novità rispetto alle precedenti edizioni – sottolinea l’organizzazione – che darà luogo ad un raduno poetico di dimensioni imponenti“. A fine cerimonia, è in programma la cena di gala, previa prenotazione, nella stessa nota struttura alberghiera al Monte.

L’ultimo giorno, domenica 27, sarà la volta della seconda “Estemporanea di poesia” che si svolgerà sempre a palazzo di città, nel salone di rappresentanza, a partire dalle ore 17. In serata, la festa di chiusura del festival a bordo piscina, previa prenotazione, in una nota struttura ricettiva al Monte. 

Il festival “Il Federiciano” approderà quindi ad Augusta, per la prima volta, e il Comune metterà a disposizione un servizio navette, che collegherà l’Isola con le strutture ricettive coinvolte al Monte.

Fuori concorso, anche le stele di tre poeti già noti: una stele riprodurrà i versi dell’accademico emerito Hafez Haidar, giurato del concorso, che sarà presente in tutte le giornate del festival; una sarà dedicata al poeta modicano Premio Nobel, Salvatore Quasimodo, alla presenza del figlio Alessandro, anch’egli giurato, accompagnato dal presidente del Parco letterario “Salvatore Quasimodo” di Roccalumera (Messina) e dai rappresentanti della Casa Quasimodo; una stele riporterà i versi di Giuseppe Aletti, editore e fondatore del festival.

Nascerà così – evidenzia l’organizzazione – un’antologia poetica a cielo aperto, di pezzi unici, custodita nel cuore del centro storico. Ogni stele avrà un design personalizzato dal ceramista Orazio Costanzo, che riprodurrà altrettanti momenti storici di Federico II o dei poeti federiciani, come il giullare di corte Cielo D’Alcamo. Oltre alle parole dei testi vincitori, anche le immagini avranno un’importanza rilevante e contribuiranno alla finalità del concorso che tende idealmente a ricollegare la storia passata al tempo presente“.


La Gazzetta Augustana su facebook

Le Città del Network

 

Copyright © 2023 La Gazzetta Augustana.it
Testata editoriale iscritta al ROC con numero 25784
Direttore responsabile: Cecilia Casole
PF Editore di Forestiere Pietro - P. IVA 01864170897

Copyright © 2015/2023 PF Editore

In alto