Politica

Augusta, la Lega annuncia un “manifesto per il mare”

AUGUSTA – Il circolo locale della Lega – Salvini premier annuncia il “Manifesto per il mare di Augusta“, un progetto che sarebbe in via di elaborazione finalizzato “alla valorizzazione ed alla riappropriazione di un immenso giacimento di ricchezza“. L’annuncio viene dato attraverso una nota del segretario cittadino Massimo Casertano (nella foto di repertorio in copertina), che si avvarrà di diverse professionalità per concretizzare il progetto che prevede la presentazione ufficiale “entro l’anno“, “in una giornata interamente dedicata al mare di Augusta“.

Il mare ha da sempre rappresentato in ogni civiltà la fonte primaria su cui incentrare lo sviluppo di un’economia. Invece ad Augusta ciò è avvenuto solo in parte e sino a qualche decennio addietro, con la pesca e la portualità – afferma Casertano – Adesso noi vogliamo puntare ad un progetto strutturale incentrato su alcuni punti definiti, che presenteremo alla Città, con il supporto di studi tecnici di esperti, ciascuno nel proprio ambito: biologi marini, urbanisti, docenti di economia turistica, rappresentanti istituzionali“.

In estrema sintesi – aggiunge il segretario della Lega in merito all’annunciato “Manifesto per il mare” – ci occuperemo della fruizione sociale e turistica ed economica, attraverso la dotazione di un un accurato studio che si articola dalla rimozione delle criticità che ostacolano il rilancio del porto; alla dotazione di un piano di riordino delle coste; la creazione di nuovi sbocchi al mare; la tutela e la salvaguardia dei fondali; sino alla realizzazione di un museo della civiltà marinara. Un progetto ambizioso su cui lavoreremo per i prossimi mesi, indicando anche il grado di fattibilità e le misure di finanziamento”.

Eliminazione degli scarichi fognari e rimozione dei rifiuti sommersi almeno nei punti del litorale più frequentati sono il punto cardine per rilanciare lo sviluppo del nostro mare e la sua salvaguardia”, sottolinea, nella stessa nota, il biologo marino Domenico Catalano.

inserzioni

Quindi Catalano elenca una serie di titoli programmatici: “Tutela del patrimonio geologico e messa in sicurezza dei siti più belli e fragili per l’erosione costiera. Salvaguardia anche delle praterie di posidonia del Golfo Xifonio e della Baia di Brucoli e la gestione diretta del Sic (Sito d’interesse comunitario) Fondali di Brucoli-Agnone e valorizzazione di quei siti. Monitoraggio delle specie marine tropicali invasive. Creazione di isole di ripopolamento ittico. Recupero e valorizzazione della piccola pesca artigianale un tempo fiorente ad Augusta e che rappresenta un inestimabile patrimonio culturale. Monitoraggio dell’inquinamento marino in convenzione con Arpa, università o altri enti. La riqualificazione del Sic Saline di Augusta e della foce del Mulinello e la creazione di un “Museo della civiltà marinara”, per conservare la memoria ed offrire occasioni di sviluppo occupazionale”.


scuolaopenday
In alto