pubblicità elettorale
News

Augusta, progetto bypass ferroviario approvato dal governo regionale

AUGUSTA – È stato approvato ieri dalla giunta regionale, presieduta da Renato Schifani, il progetto di fattibilità tecnico economica presentato da Rfi sul bypass ferroviario di Augusta, comprendente anche il cosiddetto ultimo miglio di collegamento con il porto commerciale di Punta Cugno.

Il parere favorevole del governo siciliano è propedeutico alla chiusura della conferenza dei servizi convocata da Rete ferroviaria italiana che potrà, una volta definita l’intesa con lo Stato, dare il via alla fase esecutiva del progetto.

Si tratta della variante di tracciato della linea Messina-Siracusa che “bypassa” il centro urbano, consentendo l’eliminazione del passaggio a livello che taglia in due la Borgata (nella foto di repertorio in copertina), e che prevede la realizzazione di una nuova stazione localizzata nei pressi della provinciale 1 Augusta-Brucoli. Nel dettaglio, la variante di Augusta (bypass) ha inizio al km 276+300 della linea storica, appena prima del ponticello di via Vitaliano Brancati, e termina al km 283+985, in corrispondenza dell’imbocco della galleria.

L’iter dalla progettazione, conclusa lo scorso anno, è seguito dal commissario straordinario Filippo Palazzo, l’ingegnere palermitano nominato dal governo Draghi nell’estate 2021 per la realizzazione delle opere ferroviarie in Sicilia tra cui Augusta.

Le opere da realizzare nel territorio comunale sono finanziate con complessivi 175 milioni di euro a valere in gran parte su fondi del Pnrr e anche su fondi statali, prevedono inoltre la conclusione dei lavori entro giugno 2026, scadenza prevista dallo stesso Pnrr, e l’attivazione entro il 31 dicembre 2026 previa autorizzazione dell’Ansfisa (Agenzia nazionale per la sicurezza delle ferrovie e delle infrastrutture stradali e autostradali).

Dell’approvazione in giunta regionale ne danno notizia congiuntamente i parlamentari siracusani di Fratelli d’Italia, il deputato nazionale Luca Cannata e il deputato regionale Carlo Auteri: “In questo modo – commentano – si avranno rilevanti vantaggi, come la riqualificazione dell’area urbana, la liberazione del centro abitato dalla ferrovia e dai tre passaggi a livello, la riduzione dell’impatto della linea ferroviaria sulle aree protette come le Saline e la risoluzione delle interferenze con la viabilità esistente pur senza modificare significativamente le arterie principali e contribuendo così alla riduzione dei tempi di percorrenza della tratta tra Siracusa e Catania”.


La Gazzetta Augustana su facebook

Le Città del Network

 

Copyright © 2023 La Gazzetta Augustana.it
Testata editoriale iscritta al ROC con numero 25784
Direttore responsabile: Cecilia Casole
PF Editore di Forestiere Pietro - P. IVA 01864170897

Copyright © 2015/2023 PF Editore

In alto