Sport

Calcio, Promozione, bomber Di Mauro regola il fanalino di coda: Megara resta a -1 dalla vetta

AUGUSTA – Il Megara Augusta di mister Alessandro Di Maria, tra le mura amiche del “fortino” Megarello, conquista la tredicesima vittoria stagionale (2- 1) a discapito di un ottimo Climiti Fc San Paolo – Priolo, fanalino di coda della classifica, che ha saputo comunque tener testa ai neroverdi per più di ottanta minuti. Il successo di misura dello scorso sabato consente ai neroverdi di mantenere invariato il distacco (-1) dalla capolista Siracusa (vittorioso a valanga sul Modica, 6-2).

Ancora orfani dell’infortunato Carbonaro e degli squalificati Casavecchia e Balsamo, i neroverdi si sono aggrappati all’esperienza sotto rete di bomber Andrea Di Mauro (nella foto di repertorio in copertina) che, con una doppietta (seconda rete su assist del giovane Anfuso), ha regalato una importantissima vittoria che permette ai ragazzi del patron Coppola di mantenere la seconda posizione a quota 46, a pari merito con il Pozzallo (3-1 al Rg Siracusa).

Gaetano D’Augusta, direttore sportivo del Megara, a fine gara ha commentato: “Venivamo da un brutta sconfitta sul campo della Leonfortese, quindi era chiaro che per tenere il passo di Siracusa e Pozzallo la partita con il Climiti era fondamentale. È stata una partita a dir la verità non facile da vincere, ma dopo il pareggio abbiamo avuto una grande reazione. Ora ci aspettano otto finali, ma certi del nostro lavoro di ogni settimana con mister Di  Maria, faro di questo gruppo, e allo staff tecnico, cercheremo in tutti i modi di fare bottino pieno sia dentro che fuori casa”.

La sconfitta della scorsa settimana e la perdita della testa della classifica maturata – ha detto mister Di Maria a margine della vittoria di misura – sono stati un duro colpo per il morale dei ragazzi e dell’ambiente ma ancora una volta la squadra ha trovato la forza di reagire. Contava solo il risultato e i ragazzi lo hanno voluto ed ottenuto, non era facile e lo sapevamo. Ringrazio i ragazzi per questa ennesima prova di orgoglio e bravi per non aver perso la testa dopo il pareggio del Climiti a 15 minuti dalla fine. Il Megara questa estate non era indicata da nessuno degli addetti ai lavori tra le possibili candidate al salto di categoria ma con grande umiltà e spirito di sacrificio di  un gruppo straordinario siamo sempre stati nella prime posizioni, a recitare il ruolo di guastafeste in una lotta al vertice con squadre che sin da subito non hanno fatto mistero di puntare al salto di categoria. Cercheremo di dare fastidio fino alla fine con lo spirito e l’orgoglio che ci ha sempre contraddistinto fino a oggi. Questo gruppo gli anticorpi li trova sempre e se cade ci prova a rialzarsi e con le proprie forze”.

inserzioni

La prossima delle otto annunciate “finali” per i neroverdi si disputerà sabato pomeriggio sul campo degli ennesi della Don Bosco, penultima in classifica.

Sebastiano Salemi


scuolaopenday
In alto