News

Il sogno di Sante prende il largo, “Arca” varata al porto Xifonio di Augusta

AUGUSTA – Si è tenuto questo sabato mattina, nel nuovo Porto Xifonio, il varo della lancia di 6 metri restaurata e destinata ad ospitare persone diversamente abili per escursioni lungo la costa augustana, che era stata ribattezzata col nome di “Arca di Sante“.

Ad effettuare i lavori sulla vecchia imbarcazione, insieme ad amici in un cantiere navale locale, l’ex sommozzatore Sante Maiorca, augustano residente a Villasmundo, costretto ormai da anni in carrozzina per una grave malattia genetica.

Poco più di un mese fa si erano fatte carico del suo appello per l’acquisto del necessario motore fuoribordo due associazioni che si occupano di disabilità, l’Asd Il Faro Augusta presieduta da Giovanni Spadaro e l’associazione “20 novembre 1989” con il vicepresidente Sebastiano Amenta.

Dopo aver trovato l’immediata adesione della società Pxa (Porto Xifonia Augusta) dei fratelli Fazio, proprietaria del costruendo porticciolo turistico, mettendo a disposizione struttura e posto barca, si è mossa anche la politica cittadina, con una raccolta fondi effettuata in occasione di una cena tra amministratori, consiglieri comunali di maggioranza e opposizione.

inserzioni

Nei giorni scorsi le due suddette associazioni hanno raggiunto la somma per l’acquisto del motore e questa mattina il sogno di Sante ha potuto prendere il largo da una banchina sul golfo Xifonio.

Presenti al varo, accanto a Sante Maiorca, il sindaco Cettina Di Pietro, la presidente del consiglio comunale Sarah Marturana, diversi consiglieri comunali di Augusta e il consigliere comunale di Melilli Pierfrancesco Scollo. Oltre ai rappresentanti delle due associazioni, guidate da Giovanni Spadaro e Sebastiano Amenta, a Salvo Ravalli, presidente dell’associazione “La forza di Salvo Ravalli”, e al portavoce della Pxa Alfio Fazio. Ad impartire la benedizione alla barca don Demetrio Gedaya.


archeoclubmegarahyblaea
In alto