News

Inaugurato il “Mercato contadino” del centro storico, piazza Turati torna mercato

AUGUSTA – Si è tenuta questo martedì mattina l’inaugurazione, con conferenza stampa, del nuovo “Mercato contadino” proprio sotto la tettoia dell’antico mercato del pesce, attuale piazza Turati, alle spalle della chiesa Madre. Il nuovo mercato agricolo di vendita diretta, istituito “in via sperimentale”, sarà operativo ogni martedì, dalle ore 7 alle ore 14, fino al prossimo 19 dicembre. Ad organizzarlo è l’associazione “Sole degli Iblei”, presieduta dal siracusano Andrea Corsale, che promuove in provincia da diversi anni prodotti biologici e artigianali in particolare del territorio ibleo.

Il sindaco Cettina Di Pietro ha spiegato che l’iniziativa è volta a favorire i produttori locali e i prodotti biologici a km 0, oltre all’associazionismo nel settore e alla cooperazione fra agricoltori. Ma sia il mercato “Campagna amica” della Coldiretti, attivo dallo scorso anno in piazza Unità d’Italia, nel quartiere Borgata, sia questo nel centro storico sono stati autorizzati in via temporanea e sperimentale, nelle more che venga concluso l’iter amministrativo per l’approvazione dell’apposito regolamento, ancora soltanto trasmesso alla Ragioneria del Comune. “Non appena sarà a regime il regolamento del mercato contadino, diverso da quello dei mercati rionali, che si basa su una normativa specifica italiana recepita anche dalla Regione Siciliana – ha precisato il primo cittadino –, sarà fatto un avviso pubblico in cui verranno indicati luoghi e date, in modo che le associazioni che fanno questo tipo di attività regolarmente potranno aggiudicarsi gli spazi predefiniti”.

È stato l’assessore all’Ambiente Danilo Pulvirenti a puntualizzare che il regolamento del mercato dei produttori agricoliè stato discusso ieri in commissione Sviluppo economico”, con rappresentanti di Polizia municipale e Asp, che “riguarderà esclusivamente i mercati proposti dalle associazioni“, con pubblicazione di “manifestazione di interesse annualmente” e infine ad annunciare che “non succederà più, come sta accadendo adesso, che siano loro che chiedono noi, ma saremo noi che metteremo a disposizione due spazi: piazza Turati e piazza Unità d’Italia, in due giorni differenti, il martedì e il venerdì”. “L’associazionismo tra produttori – ha aggiunto – è un aspetto importante da salvaguardare oltre al valore aggiunto di poter acquistare direttamente da chi quell’alimento lo ha coltivato, raccolto e trasformato diversamente a quanto succede nella grande distribuzione”.

Presenti al rituale taglio del nastro, con il sindaco Di Pietro e l’assessore Pulvirenti, anche l’assessore all’Urbanistica Commendatore, la presidente del Consiglio comunale Marturana, oltre ovviamente ad Andrea Corsale, presidente dell’associazione “Sole degli Iblei”, insieme alla moglie, l’augustana Milena Caramagno, e ad altri produttori associati della provincia di Siracusa, che si sono divisi i sei gazebo, di 9 metri quadri ciascuno.


scuolaopenday
In alto