Eventi

L’Isola delle maschere, è il Carnevale dei commercianti

AUGUSTA – Tra le vie del centro storico, per troppo tempo silenziose e abbandonate, si è insediato, con vivo consenso dei cittadini, il Carnevale augustano, un cartellone di eventi chiamato semplicemente “Augusta in maschera“. È frutto dell’impegno e della passione di chi ha creduto, di chi ha messo a disposizione tempo e idee, insomma di chi in fondo costituisce il cuore pulsante della Città: i commercianti.

Dal Giovedì grasso delle scuole di ballo e dell’animazione per bambini, la volontà e l’entusiasmo dei promotori nella realizzazione dell’evento hanno innescato un circolo virtuoso, dentro il quale sono entrati gli animi di tutti i cittadini, che da uno stato di disillusione sono passati ad uno stato di totale apprezzamento, di partecipazione e condivisione. Le strade vestite di Carnevale hanno restituito un senso di leggerezza, di allegria e di compartecipazione che lascia ben sperare in un futuro che tenga lontano crisi e rassegnazione.

Così sabato alle ore 18,30, come da programma del Comitato commercianti Augusta, il sindaco Cettina Di Pietro ha provveduto al taglio del nastro dando il via al momento più atteso del Carnevale ideato per l’Isola. Sfilate di gruppi in maschera, ancora le scuole di ballo come intrattenimento per i passanti, l’inedita “Milonga” per appassionati e non all’interno della galleria sulla via principale, la musica e gli artisti di strada hanno trasformato il sabato in centro in un caleidoscopio di entusiasmo.

Ogni iniziativa è stata curata nei minimi particolari, gli obiettivi sono stati raggiunti e gli intenti positivi hanno creato la magia. Insomma, ai cittadini augustani sono stati offerti i motivi per trascorrere il Carnevale nel proprio territorio, possibilità che hanno accettato di buon grado vista la copiosa partecipazione. Importante anche il contributo delle associazioni, che si sono occupate della parte logistica.

inserzioni

Dove ci sono persone che credono, prima o poi qualcosa accade. E quello che è accaduto sabato pomeriggio è stato frutto di un intenso credere oltre, fortemente desiderato da tutte le categorie sociali. La Città è pronta a bissare la festa domenica con la terza edizione dell’evento “In maschera in piazza Duomo”, promosso dall’associazione genitori e figli “Unitevi a noi”.

Ovviamente nell’attesa del “fiammeggiante” Martedì grasso che chiuderà il cartellone, per burlarsi, insieme alle maschere, delle sventure passate e magari provare a mantenere tale atteggiamento positivo per far funzionare importanti sinergie future.

Marcella Di Grande


scuolaopenday
In alto