Primo piano

Moto d’acqua, c’è tanto di Brucoli nel ritorno in Sicilia del campionato italiano

AUGUSTA – Il campionato italiano Fim (Federazione italiana motonautica) di moto d’acqua è tornato, dopo quasi tre lustri di assenza, in Sicilia, e segnatamente a Catania. E c’è il borgo marinaro di Brucoli quale comune denominatore, oltre che di alcuni dei più giovani protagonisti, di un’organizzazione che è riuscita in tale impresa nonostante la tappa catanese sia coincisa con gli ultimi giorni di “zona arancione”.

Le gare dell’unico campionato di moto d’acqua riconosciuto dal Coni si sono svolte nel weekend, due manche tra sabato e domenica, nello specchio acqueo antistante alla Plaia, facendo base al lido “The Original Cucaracha”. Sono state promosse da un consorzio di due associazioni sportive, la Asd Jet club Sicilia e la Asd Way of life, entrambe con sede legale nella frazione di Augusta. La prima presieduta da Mimmo Sciotto, fondata a Catania nel 2013 e trasferita a Brucoli un anno fa; la seconda, formata esclusivamente da atlete donne, nata a Brucoli due anni fa e presieduta da Angelina Bernardi.

A coordinare la macchina organizzativa, che ha garantito la partecipazione in sicurezza (con tanto di cintura sanitaria e tamponi rapidi all’arrivo) di oltre cinquanta atleti da tutta Italia, è stato il delegato regionale Fim, Alberto Sciotto, catanese di origine ma brucolano di adozione, in carica dallo scorso ottobre per promuovere le discipline della motonautica in Sicilia.

Per le due società sportive augustane, composte da giovani talenti che si allenano nella baia di Brucoli, sono arrivati anche i primi risultati di rilievo. Su tutti, il 2° posto valido per il campionato femminile della giovanissima Vittoria De Oliveira, dell’Asd Way of life, italo-brasiliana cresciuta a Catania, nella categoria 12-14 anni mista (nella foto di copertina, ndr).

Quattro gli atleti dell’Asd Jet club Sicilia in gara, i seguenti tre nella categoria 15-18 anni mista: Carmine Cocimano, catanese, piazzatosi al 3° posto; il messinese Manuel Sciuto, che nonostante un infortunio alla gamba ha completato la manche conquistando il 5° posto; il catanese Francesco Mancini al 6° posto. Si è registrato inoltre l’esordio assoluto con podio, visto il 3° posto ottenuto nella categoria F4 novice, di Giacomo Matteraglia, augustano d’adozione e “nipote d’arte” in quanto il nonno Carlo Malato portò per primo la motonautica nella baia di Brucoli.

Si sono formati sportivamente nella baia di Brucoli – sottolinea il delegato regionale Fim, Alberto Sciotto – ma non si allenavano da sei mesi per alcune criticità burocratiche che riguardano l’utilizzo degli specchi acquei per gli allenamenti, questione che sarà sottoposta, perché si risolva il problema in tutta la Sicilia, da parte degli organi federali preposti alle istituzioni regionali competenti“.

Lo stesso Sciotto esprime “grande soddisfazione” per la riuscita della tappa catanese, che ha visto gli oltre cinquanta atleti sfidarsi nelle categorie di Runabout, Ski endurance, Freestyle, Spark giovanile, Femminile (campionato a parte con quindici atlete iscritte) e nelle ben quindici classi previste. Riserva un “ringraziamento speciale” per la collaborazione ai fini della prevenzione anti-Covid, al medico Guerino Carnevale e alla infermiera Bruna Sgroi, oltre che a Pino Liberti, commissario ad acta presso l’Asp di Catania nell’ambito dell’emergenza Covid-19.

Con il motto “#jetskiisnotacrime“, lanciato anche attraverso la manifestazione, il delegato regionale Fim intende “promuovere le discipline sportive che impiegano le moto d’acqua, che educano alla cultura del rispetto in mare, e sensibilizzare sull’utilizzo dell’aquabike nelle attività di supporto e salvataggio per altre discipline acquatiche“. Dopo Catania, le tappe del campionato italiano sono Rimini (22-23 maggio), Caorle (Venezia, 12-13 giugno), Ancona (26-27 giugno), Gallipoli (Lecce, 10-11 luglio) e Anzio (Roma, 11-12 settembre). Sciotto fa sapere che sta “lavorando per portare una tappa nel Siracusano per il campionato del prossimo anno“.


La Gazzetta Augustana su facebook

Le Città del Network

 

Copyright © 2023 La Gazzetta Augustana.it
Testata editoriale iscritta al ROC con numero 25784
Direttore responsabile: Cecilia Casole
PF Editore di Forestiere Pietro - P. IVA 01864170897

Copyright © 2015/2023 PF Editore

In alto