Cronaca

Violenta lite coniugale, 59enne augustano finisce in carcere

AUGUSTA – Nella tarda serata di ieri, i carabinieri del Norm della Compagnia di Augusta, a seguito di una richiesta telefonica di aiuto pervenuta al “112”, hanno tratto in arresto il 59enne augustano R.G. (di cui hanno reso note le iniziali, ndr) per il reato di “maltrattamenti in famiglia”.

I militari sono giunti all’abitazione del 59enne a seguito di una lite coniugale. Secondo le ricostruzioni, l’uomo, in preda ai fumi dell’alcol, avrebbe picchiato e minacciato per l’ennesima volta la moglie, pare, per aver replicato alle offese verbali di lui, il tutto alla presenza del loro nipotino di due anni.

Sempre secondo quanto ricostruito dai militari, nel tempo banali litigi sarebbero spesso sfociati in “violente aggressioni fisiche consistenti in schiaffi, pugni e, in alcuni casi, culminati addirittura con fratture e lesioni gravissime, come l’asportazione della milza e la rottura del timpano, che sono state rappresentate in sede di denuncia”.

Pertanto, i carabinieri intervenuti sul posto, dopo aver soccorso la malcapitata che si presentava in lacrime e dolorante al volto, hanno proceduto all’arresto in flagranza di reato dell’uomo per il reato di maltrattamenti in famiglia, e subito dopo, terminate le incombenze di rito, lo hanno condotto, su disposizione dell’autorità giudiziaria competente, al carcere “Cavadonna” di Siracusa.

(Foto in evidenza: repertorio)


La Gazzetta Augustana su facebook

Le Città del Network

 

Copyright © 2023 La Gazzetta Augustana.it
Testata editoriale iscritta al ROC con numero 25784
Direttore responsabile: Cecilia Casole
PF Editore di Forestiere Pietro - P. IVA 01864170897

Copyright © 2015/2023 PF Editore

In alto