Cronaca

Violenta lite familiare in via Megara, finisce in manette 37enne augustano

AUGUSTA – I Carabinieri della Compagnia di Augusta, nella tarda serata di ieri, martedì 23 maggio, hanno tratto in arresto per i reati di maltrattamenti in famiglia e lesioni personali il 37enne augustano G.T..

Su segnalazione dei vicini allarmati dalle richieste d’aiuto, i militari del nucleo Radiomobile della Compagnia Carabinieri di Augusta, sono intervenuti in via Megara, in centro storico, per una violenta lite familiare.

Secondo quanto riscontrato dai militari, l’uomo avrebbe aggredito per futili motivi la propria convivente, che si presentava stremata dalle percosse, di cui riportava evidenti segni sul volto. All’arrivo dei carabinieri, accanto alla donna, c’era ancora il 37enne, che appariva in stato di ubriachezza.

L’uomo era in stato di profonda agitazione e continuava ad inveire, nonostante la presenza dei militari, contro la sua convivente. Le ulteriori indagini hanno fatto emergere presunte violenze domestiche continue e reiterate nel tempo con percosse, insulti e minacce e il tutto aggravato dal fatto che le violenze sarebbero avvenute alla presenza della figlia minore della vittima.

Quindi, non senza fatica, il convivente violento è stato arrestato e, su disposizione dell’Autorità giudiziaria, tradotto presso il carcere di Cavadonna.

(Foto in evidenza: repertorio)


getfluence.com
In alto