Archivio

Appello del consigliere Tribulato sul mancato servizio Asacom

biagio-tribulato-consigliere-comunale-attivamenteAUGUSTA – Il consigliere comunale della lista “Attivamente” Biagio Tribulato lancia due appelli per garantire il servizio di assistenza alla comunicazione agli studenti disabili. Uno lo rivolge al governatore regionale Crocetta e al commissario provinciale Lutri perché “non si dorma ancora” sull’attivazione del servizio Asacom nelle scuole superiori. L’altro al sindaco di Augusta Di Pietro per far sì che venga apportata la variazione al piano di zona per assicurarlo.

Il consigliere comunale lamenta che da più di un mese proverebbe a sollecitare presso l’ufficio di gabinetto del commissario Lutri, del Libero consorzio di Siracusa, l’attivazione del servizio Asacom per i ragazzi portatori di handicap nelle scuole superiori, strumento importante per agevolare il loro inserimento nel percorso sociale ed educativo.

Tribulato riferisce: “Mi giunge risposta telefonica solo ieri mattina da parte del Capo di gabinetto del Libero consorzio di Siracusa che il servizio sarà attivato entro la fine di questo mese, perché propedeutico al trasferimento delle somme regionali ai Liberi consorzi da parte della Regione“.

Spiega che l’appello andrebbe rivolto al Presidente della Regione, all’Assessore regionale competente e al Commissario straordinario “affinché non si perda più tempo significando una penalizzazione dei servizi essenziali ai cittadini, alle scuole, rimanendo inerti di fronte a prassi politico – burocratiche che con il buon senso e la buona volontà potrebbero essere snellite“.

E che un altro appello andrebbe rivolto anche all’Amministrazione comunale di Augusta, dal Sindaco all’Assessore al ramo, nonché ai componenti del gruppo piano del Distretto socio-sanitario 47, “affinché si operi una rimodulazione nell’ambito del Piano di zona, che possa garantire il servizio di assistenza alla comunicazione per i ragazzi sordomuti e con patologie similari, servizio ad oggi non previsto poiché i fondi comunali non lo prevedono“.

Tribulato, ricordando che non si tratterebbe di un’elargizione di favori ma di compiere “la missione sociale che tanta politica millanta ma che ha serie difficoltà a realizzare“, conclude: “Saremo vigili sulle scadenze date e non più disposti ad aspettare altro tempo per servizi essenziali che sarebbero dovuti essere contigui all’inizio dell’anno scolastico“.


getfluence.com
In alto