Cronaca

Attacca la Guardia costiera di Augusta su facebook, denunciato per minacce e diffamazione

AUGUSTA – Come accade sempre più spesso, post e commenti sul web possono generare serie ripercussioni nella vita reale. In alcuni casi, quando il tenore delle esternazioni travalica certi limiti, si può finire indagati dinanzi alla magistratura penale.

Questo venerdì apprendiamo che, a seguito della notizia di cui si è data evidenza relativa al sequestro di circa 500 ricci di mare, frutto di attività di pesca di frodo, un utente sul social network facebook avrebbe pubblicato commenti nei riguardi dei militari della Guardia costiera ritenuti dagli operanti affermazioni “ingiuriose e minacciose“.

La Capitaneria di porto – Guardia costiera rende noto che “per tale ragione, l’autore delle dichiarazioni è stato deferito all’autorità giudiziaria per le ipotesi di reato di minaccia a pubblici ufficiali e diffamazione aggravata, perché commessa sempre nei confronti di pubblici ufficiali“.

Nel comunicato si aggiunge: “A tal proposito, si ritiene di dover precisare che il mezzo mediatico, come noto, è uno strumento assai potente, giacché i relativi fruitori possono essere in numero sterminato. Proprio per tale ragione, le dichiarazioni dispensate sullo stesso dovrebbero essere oggetto di approfondita valutazione, allo scopo di evitare al massimo non solo ipotetici fraintendimenti, ma, soprattutto, l’eventuale proferimento di contumelie e l’ipotizzabile esternazione di espressioni minatorie“.


getfluence.com
In alto