Cronaca

Augusta, blocco anti-Coronavirus, tra i sanzionati un augustano che lavava l’auto alla fontanella

AUGUSTA – Continuano a fioccare anche ad Augusta le sanzioni amministrative per la violazione dei provvedimenti governativi da emergenza Coronavirus. I controlli sono stati effettuati in tutta la provincia dai carabinieri del comando provinciale, da cui si apprende che nei prossimi giorni con l’approssimarsi delle festività pasquali l’attività di monitoraggio su strada, a tutela della salute dei cittadini, si farà sempre più incisiva.

Nella sola giornata di ieri in città, i carabinieri della locale stazione hanno multato: una persona sorpresa sulla pubblica via mentre era intenta a lavare la sua autovettura presso una fontana; un altro soggetto trovato a circolare senza valido motivo, avendo riferito di essere proveniente dal suo fondo agricolo, ove aveva “trascorso un po’ di tempo“; altri ancora sorpresi a circolare a bordo di autovetture senza motivo valido. Sono scattati 400 euro di contravvenzione a testa per i primi due, mentre ammonta a 533 euro la sanzione per coloro che si trovavano a bordo di un veicolo.

Ricordiamo che i decreti governativi vigenti, nella combinazione disposta con le ordinanze del presidente della Regione siciliana, vietano a tutti i cittadini di spostarsi da casa se non per “comprovate esigenze lavorative”, “motivi di salute”, “situazioni di necessità” (per spostamenti all’interno dello stesso comune, come previsto dai Dpcm di 8 e 9 marzo 2020), “assoluta urgenza” (per trasferimento verso un comune diverso, come appunto previsto dal Dpcm del 22 marzo 2020).

A carico dei trasgressori, le nuove disposizioni di legge prevedono sanzioni da 400 a 3.000 euro. Le sanzioni aumentano fino a un terzo se la violazione avviene mediante l’utilizzo di un veicolo e sono da raddoppiare in caso di recidiva. È quindi prevista una riduzione del 30 per cento per chi paga entro trenta giorni.

inserzioni

(Foto di copertina: generica)


scuolaopenday
In alto