pubblicità elettorale
News

Augusta, bonus spesa, prorogata validità al 31 maggio. Distribuiti buoni ad appena un terzo dei richiedenti

AUGUSTA – La scadenza per la spendibilità dei buoni spesa alimentare, assegnati a seguito dell’ordinanza di protezione civile n. 658 del 29 marzo, è prorogata al 31 maggio prossimo. L’avviso, a firma del sindaco Di Pietro e della responsabile di settore Passanisi, è stato pubblicato sul sito del Comune. Il bonus è spendibile negli esercizi commerciali aderenti all’avviso pubblico, attualmente tredici, in un elenco in costante aggiornamento.

Ma la distribuzione dei buoni spesa procede a rilento, nonostante l’impegno assicurato da volontari del gruppo comunale di protezione civile a partire dal 7 aprile. Le risorse statali che il Comune ha a disposizione in questa fase sono pari a 257.333 euro, con i quali far fronte alle oltre mille istanze presentate, via email, telefono, o tramite contatto a domicilio, da nuclei familiari in difficoltà entro il termine del 10 aprile. Al 21 aprile, secondo quanto dichiarato dal sindaco Cettina Di Pietro, sarebbero stati distribuiti circa tremila buoni da 25 euro cadauno a 320 nuclei familiari, cioè circa 75 mila euro effettivamente erogati sui 257 mila in cassa.

Lo scorso 16 aprile, i quattro consiglieri comunali del gruppo “Centrosinistra”, segnatamente il capogruppo Giancarlo Triberio, Alfredo Beneventano del Bosco, Franco Lisitano e Giuseppe Schermi, hanno presentato una “interrogazione urgente a risposta scritta” rivolta ai responsabili dei settori competenti e del Coc. Ritenevano, come affermato in una nota congiunta, “incomprensibile ed inaccettabile che dopo 10 giorni (era il 16 aprile, ndr) ancora non sono stati consegnati tutti i buoni alimentari, finanziati dalla protezione civile nazionale, alle famiglie destinatarie” e chiedevano delucidazioni sulle “modalità delle dinamiche di scelta della consegna di questi buoni alimentari“, infine su “procedure” e “inizio della distribuzione degli aiuti economici stanziati dalla Regione“.

Il Comune attende anche i fondi della Regione siciliana, stanziati con delibera di giunta regionale del 28 marzo, a favore delle famiglie disagiate. Ad Augusta sono stati assegnati 717.440 euro, di cui la prima tranche (a valere sui fondi europei del Po Fse) è pari, come da schema di riparto del 4 aprile, a 215.232 euro. Per i comuni siciliani è prevista la sottoscrizione di un “Atto di adesione” e, dopo alcuni dubbi sollevati dall’Anci Sicilia in merito alla procedure amministrativo-contabili, l’assessore regionale alle Autonomie locali, Grasso, già in un comunicato dell’8 aprile, ha “chiarito che in base al quadro normativo vigente i Comuni, proprio in ragione dello stato di emergenza connesso all’epidemia da Covid 19, possono operare con modalità semplificate, in deroga alle ordinarie procedure in materia di appalti pubblici e possono procedere, in esercizio provvisorio, con delibera della giunta all’approvazione delle necessarie variazioni di bilancio“. Il criterio nella distribuzione stabilito dalla Regione prevede che queste ultime risorse dovranno essere destinate “prioritariamente ai nuclei familiari che non percepiscono alcuna altra forma di reddito e alcuna altra forma di assistenza economica da parte dello Stato, compresi ammortizzatori sociali e reddito di cittadinanza“.


La Gazzetta Augustana su facebook

Le Città del Network

 

Copyright © 2023 La Gazzetta Augustana.it
Testata editoriale iscritta al ROC con numero 25784
Direttore responsabile: Cecilia Casole
PF Editore di Forestiere Pietro - P. IVA 01864170897

Copyright © 2015/2023 PF Editore

In alto