News

Augusta, concorso “Francesco Laface”, premiati i quattro studenti vincitori

AUGUSTA – Si è svolta stamani, nei locali del plesso “Laface” dell’Istituto comprensivo “Orso Mario Corbino”, diretto da Maria Giovanna Sergi, la premiazione della seconda edizione del concorso “Francesco Laface”.

Il concorso è rivolto agli alunni dell’ultimo anno della scuola secondaria di primo grado del “Corbino”, per ricordare il compianto politico e sindacalista augustano al quale nel gennaio 2009 è stato intitolato il plesso dell’Istituto ubicato in viale Epicarmo Corbino.

Il concorso, fortemente voluto dalla famiglia Laface e dal sindacato Uil, di cui Francesco Laface era esponente di spicco, è stato quest’anno preceduto da un incontro tra gli alunni coinvolti con l’avvocato Mirko Laface (figlio di Francesco), Stefano Munafò (segretario generale provinciale Uil), Biagio Tribulato e Graziella Galofaro. Durante l’incontro, sono stati esposti ricordi e testimonianze sul compianto augustano, oltre a una relazione sul ruolo del sindacato e sulla sua evoluzione storica.

In seguito, gli alunni del “Corbino” si sono cimentati nella stesura di un elaborato scritto inerente all’incontro, ma contestualizzato nel programma svolto a scuola. Infine la commissione esaminatrice, composta dalla dirigente scolastica, dai relatori dell’incontro, dalla vicepreside Antonia Zoncheddu e dalla docente Cettina Messina, ha esaminato e valutato i componimenti.

Ecco gli studenti vincitori: 1° classificato Michelangelo Spadaro, 2° Simone Barbera, al 3° posto Chiara Scalzo, al 4° Giorgia Messina. Presente alla premiazione la signora Giuseppina, insieme a tutti i familiari di Francesco Laface. I quattro alunni vincitori hanno ricevuto una borsa di studio per l’acquisto di libri scolastici per il prossimo anno scolastico.

Il consigliere comunale Biagio Tribulato, tra gli ideatori del concorso, ha chiosato: “Siamo riusciti a far conoscere meglio Francesco Laface come figura istituzionale che ha fatto tanto per la città, per le scuole, nel valore sociale della politica“. Ha quindi reso nota l’intenzione degli organizzatori, per la prossima edizione del concorso, di estenderlo a tutte le scuole del territorio.


In alto