Cronaca

Augusta, controlli anti-Covid, prime sanzioni per il divieto di spostamento tra comuni

AUGUSTA – Sono state elevate nei giorni scorsi le prime sanzioni amministrative a carico anche di augustani per la violazione del divieto di spostamento tra comuni e altre prescrizioni di contenimento sanitario, ai sensi delle ultime misure governative che collocano provvisoriamente la Sicilia in area “arancione”.

La compagnia carabinieri di Augusta rende noto che “ben 31 sono state infatti le infrazioni rilevate nei comportamenti di altrettanti privati cittadini, con comportamenti irregolari di vario genere in violazione dei decreti governativi e regionali” e che “la mancanza più frequentemente rilevata è stata quella relativa al divieto di spostamento dal proprio Comune di residenza, connessa con la classificazione della Sicilia in zona arancione“.

Si tratta di trentuno multe da 400 euro cadauna (ridotte a 280 euro se pagate entro cinque giorni), che ammontano quindi complessivamente a 12.400 euro. Ai soggetti multati è stato contestato lo spostamento in comune diverso da quello di residenza senza poter fornire la motivazione di comprovate esigenze lavorative, di situazioni di necessità, di motivi di studio o di salute, oppure di spostamento per usufruire di servizi non presenti nel proprio comune.

Su quest’ultima fattispecie, si è pronunciata con una specifica Faq la Presidenza del Consiglio dei ministri secondo la quale: “Gli spostamenti verso Comuni diversi da quello in cui si abita sono vietati, salvo che per specifiche esigenze o necessità. Fare la spesa rientra sempre tra le cause giustificative degli spostamenti. Laddove, quindi, il proprio Comune non disponga di punti vendita o nel caso in cui un Comune contiguo al proprio presenti una disponibilità, anche in termini di maggiore convenienza economica, di punti vendita necessari alle proprie esigenze, lo spostamento è consentito entro tali limiti che dovranno essere autocertificati“.

inserzioni

Aggiungiamo che sono comunque consentiti gli spostamenti, verso qualsiasi area, che siano strettamente necessari ad assicurare lo svolgimento della didattica in presenza, se prevista. Inoltre, è sempre consentito il rientro presso il proprio domicilio, abitazione o residenza.

Ricordiamo anche che per le regioni “arancioni” si è stabilito il coprifuoco notturno: viene consentito di spostarsi esclusivamente all’interno del proprio Comune, dalle ore 5 alle ore 22, senza necessità di motivare lo spostamento; mentre dalle ore 22 alle ore 5 sono vietati tutti gli spostamenti, ad eccezione di quelli motivati da comprovate esigenze lavorative, situazioni di necessità o motivi di salute.

A completamento della comunicazione odierna, la compagnia carabinieri di Augusta rende noto anche che nel territorio di competenza sono state elevate ulteriori 15 mila euro di sanzioni amministrative per violazioni del codice della strada. Controllati attraverso i posti di blocco, effettuando anche i suddetti accertamenti ai sensi delle misure anti-Covid, 298 persone e 157 veicoli, ritirati 7 documenti di circolazione e sottratti 35 punti complessivamente dalle rispettive patenti di guida.

(Foto di copertina: generica)


archeoclubmegarahyblaea
In alto