Cronaca

Augusta, indagato per tentata rapina in un vicolo: aggravamento di misura cautelare

AUGUSTA – Nel pomeriggio di ieri, poliziotti del locale commissariato di pubblica sicurezza hanno dato esecuzione all’aggravamento di misura cautelare, disposto dalla Procura di Siracusa, a carico del 44enne augustano Franco Miduri, trasferendolo dalla sua abitazione al carcere di Cavadonna.

Accusato di una tentata rapina sulla pubblica via avvenuta nel mese di dicembre, gli è stata sostituita la misura cautelare degli arresti domiciliari con la custodia cautelare nel carcere poiché, come rende noto il commissariato, in più recenti “controlli da parte degli agenti di Polizia, si accertavano diverse violazioni della misura cautelare” degli arresti domiciliari.

Secondo l’accusa principale, il Miduri lo scorso mese avrebbe fermato per strada un augustano 53enne e gli avrebbe chiesto di consegnargli quanto in suo possesso. Ma, al rifiuto di quest’ultimo, lo avrebbe trascinato in un vicolo colpendolo violentemente al viso più volte e causandogli la frattura del setto nasale.

Gli investigatori del commissariato di Polizia di Augusta, guidato dal dirigente Guglielmo La Magna, avevano acquisito le riprese delle telecamere di videosorveglianza presenti in zona e, dopo la ricostruzione dell’episodio, identificato il 44enne augustano quale presunto autore del reato segnalandolo all’autorità giudiziaria competente. Quindi l’8 gennaio scorso era stato posto agli arresti domiciliari presso la propria abitazione.

(Foto di copertina: repertorio)


In alto