Cronaca

Augusta, “montagna” di rifiuti a capo Campolato, la Guardia costiera sequestra l’area

AUGUSTA – Sono intervenuti i militari della Guardia costiera di Augusta per ripristinare la legalità in un’area demaniale nei pressi di capo Campolato, nota come “Baia del silenzio“. Si ergeva infatti una “montagna” di rifiuti abbandonati, già oggetto lo scorso marzo di un articolo de La Gazzetta Augustana.it a seguito della segnalazione di un lettore.

La Capitaneria di porto rende noto di aver trovato “svariate tipologie di rifiuti, quali lattine di vernice, arredi dismessi, laterizi, materiale di risulta, parti di apparecchiature elettroniche (Raee), legname e rifiuti domestici, in parte bruciati“.

Gli agenti intervenuti ieri hanno sottoposto a sequestro penale l’area e l’autorità marittima fa sapere che richiederà adesso all’amministrazione comunale di procedere alla bonifica.

Si rammenta che tali condotte illecite sono perseguite dalla Legge – si legge nel comunicato della Guardia costiera – Rimane sempre alta l’attenzione della Capitaneria di porto – Guardia costiera di Augusta nelle attività di controllo a difesa del territorio ed a tutela dell’ambiente“.


In alto