Pubblicità elettorale

News

Augusta, Ordine provinciale chimici e fisici si riunisce in città e premia tre professionisti

AUGUSTA – Si è svolto venerdì nella sede del Club Nautico di Augusta, in una mite serata estiva con lo sfondo dello skyline della città, l’evento annuale a chiusura dei lavori dell’Ordine dei chimici e dei fisici della provincia di Siracusa. Durante la sobria cerimonia sono stati premiati tre chimici, ritenuti “protagonisti sia nella professione che nel territorio in ruoli di notevole responsabilità anche a livello istituzionale“.

Il presidente provinciale, l’augustano Giuseppe Tringali ha introdotto i lavori facendo una breve panoramica delle attività ordinistiche che hanno caratterizzato gli ultimi mesi trascorsi tra le esigenze legate allo svolgimento della professione e i limiti imposti dalla normativa per il distanziamento sociale ai fini del contrasto alla diffusione del Covid-19.

Ospite d’onore Elena Alberton, presidente dell’Ordine interprovinciale del Veneto, presenti alla cerimonia i professionisti Patrizia Fonte e Rosario Dell’Arte in rappresentanza del Consiglio direttivo dell’Ordine, oltre al presidente del Rotary club di Augusta, Ernesto Cannella.

Al chimico augustano Francesco Ippedico, già assessore all’Ambiente del Comune di Augusta che esercita tutt’ora l’attività professionale, rappresentato per l’occasione dalla nipote Anna Brancato, è stata consegnata una targa per i suoi primi cinquant’anni di iscrizione all’Ordine. Si è ricordata la storia della sua famiglia che arriva ad Augusta nel 1949 con suo padre, Giuseppe, procuratore speciale di Angelo Moratti per la costruzione della Rasiom, prima raffineria del polo petrolchimico.

inserzioni

A seguire, è stato premiato il chimico Tommaso Di Carlo per la sua donazione di 63 preziosi testi universitari e prime edizioni di chimica alla biblioteca dell’Ordine, tra cui un trattato enciclopedico in sedici volumi, relativi agli anni della sua attività lavorativa svolta presso gli stabilimenti industriali di Priolo, Gela, Porto Empedocle e Ragusa.

A chiusura della cerimonia, l’ultimo riconoscimento è andato al chimico catanese Claudio Torrisi, che fu tra i promotori dell’istituzione dell’Ordine nella provincia di Siracusa avvenuta nel 2007, vicepresidente uscente dell’Ente previdenziale di categoria e figura storica della professione, che è stato per diciassette anni presidente dell’Ordine dei chimici della provincia di Catania, oltre che assessore all’Ecologia e all’Ambiente del Comune di Catania e assessore all’Energia e Servizi di pubblica utilità (Acque e rifiuti) della Regione siciliana.

(Nel collage di copertina: consegna delle tre targhe da parte di Giuseppe Tringali, presidente provinciale dell’Ordine dei chimici e dei fisici)


scuolaopenday
In alto