News

Augusta, ospedale “Muscatello”, Asp: assegnati ulteriori dirigenti medici per Uoc di Oncologia ed Ematologia

AUGUSTA – Nuovi oncologi ed ematologi in arrivo per i rispettivi reparti dell’ospedale “Muscatello” di Augusta (nella foto di repertorio in copertina). Interviene l’Asp di Siracusa con un comunicato che di fatto conferma parzialmente ed integra la notizia anticipata ieri dall’Osservatorio nazionale amianto.

Il direttore generale dell’Azienda, Salvatore Lucio Ficarra ha infatti disposto la riorganizzazione delle attività di Oncologia medica e di Ematologia del nosocomio cittadino, in applicazione della nuova rete ospedaliera siciliana e degli impegni assunti da Regione e Asp nei confronti del “Muscatello”.

Ha pertanto deliberato il conferimento di incarichi a tempo determinato per due ulteriori dirigenti medici delle branche rispettivamente di Ematologia e di Oncologia con l’obiettivo di “potenziare ulteriormente l’organico dei servizi già esistenti” ad Augusta, come rende noto l’Asp, “in vista del completamento della dotazione organica delle nuove unità operative complesse di Oncologia ed Ematologia ad indirizzo oncologico previsto entro la fine di quest’anno”.

La riorganizzazione dei due reparti all’ospedale Muscatello secondo la nuova rimodulazione della rete ospedaliera regionale – dichiara il direttore generale dell’Asp, Ficarra è la dimostrazione della ferma volontà dell’Azienda e della particolare attenzione del presidente della Regione Nello Musumeci e dell’assessore della Salute Ruggero Razza nei confronti del territorio siracusano di portare a completamento il progetto di sviluppo per l’ospedale megarese quale Polo di riferimento oncologico provinciale e sede del Centro di riferimento regionale per la cura e la diagnosi delle patologie derivanti dall’amianto“.

Quest’ultimo – aggiunge Ficarra in merito al Centro di riferimento regionale amianto, che è però aggregato all’Uoc di Medicina interna – a breve, nell’ambito delle azioni in corso per il suo potenziamento, sarà dotato di importanti apparecchiature donate dal Fondo sociale ex Eternit. Nell’ospedale megarese è già entrata in funzione una nuova Tac di ultima generazione e a fine luglio sarà installata una nuova risonanza magnetica nucleare, la terza in provincia di Siracusa. È nostra precisa volontà offrire alla zona nord della provincia una offerta sanitaria qualitativamente importante ed attrattiva a livello regionale in un processo più ampio di rinnovamento, com’è noto, di tutte le strutture ospedaliere di questa provincia. Basti pensare, tra questi, all’imminente avvio dei lavori già appaltati di ristrutturazione e ampliamento dei Pronto soccorso degli ospedali di Siracusa ed Avola”.


getfluence.com
In alto