News

Brucoli, spiaggetta del fiordo, “Italia nostra” annuncia istanza di annullamento concessioni

AUGUSTA – La sezione locale dell’associazione “Italia nostra“, a seguito di un incontro pubblico tenuto alcuni giorni fa nel borgo marinaro, rende noto che presenterà una “istanza di annullamento in autotutela di tutte le autorizzazioni concesse” finora, al fine di tutelare la spiaggetta sul canale e l’intero fiordo di Brucoli, poiché rientrante in un’area dichiarata undici anni fa sito di notevole interesse pubblico.

A inizio giugno, privati avevano avviato i lavori su un’area di proprietà sovrastante la spiaggetta (nella foto in copertina) per ricavarne un parcheggio a quanto pare a servizio di un pontile di successiva realizzazione. Ma, a seguito di proteste di residenti e Legambiente, il Comune ha provveduto a bloccare i lavori sulla base di presunte carenze di documentazione.

Considerato che la concessione demaniale marittima è stata rilasciata al proprietario per l’occupazione di specchio acqueo ed area a terra senza tener conto di quanto scritto nel decreto del 30-05-2008 – scrive l’associazione presieduta in città da Jessica Di Venuta – Italia Nostra presenterà istanza di annullamento in autotutela di tutte le autorizzazioni concesse dopo l’approvazione del summenzionato decreto che dichiara di notevole interesse pubblico l’area comprendente la fascia costiera di Brucoli“.

Nel fiordo di Brucoli sono vietate le attività portuali e nautico-diportistiche che comportino lo sfruttamento del canale e ne turbino l’ecosistema – sostiene “Italia nostra” – mentre vengono consentite l’attività portuale alle imbarcazioni dei pescatori locali“.

inserzioni

Per questi motivi è importante istituire l’Amp “Brucoli-Agnone” – ricorda l’associazione – il cui progetto è stato già presentato da Italia Nostra al Ministero dell’Ambiente a Roma, al fine di tutelare e valorizzare questa frazione del territorio del comune di Augusta, segnata da una sempre maggiore sfruttamento da parte di attività imprenditoriali legate all’uso del mare e della costa. Bisogna promuovere iniziative e progetti finalizzati alla tutela e alla valorizzazione del territorio capaci di fornire risposte in termini di qualità del vivere e di occupazione”.


inserzioni inserzioni
In alto