News

Augusta, Polizia municipale, oltre tremila infrazioni nel 2021. Carrabino: “Serve rieducazione civica”

AUGUSTA – Storica carenza d’organico della Polizia municipale, in attesa dell’applicazione del piano del fabbisogno di personale per il triennio 2021-2023 recentemente approvato che ne prevede il progressivo incremento, e “mancanza di rispetto delle elementari norme di educazione civica” da parte dei cittadini nella viabilità urbana. Sono le due principali criticità evidenziate in una nota stampa dall’assessore con deleghe a Polizia municipale e Viabilità, Giuseppe Carrabino.

Nella nota ricorda che la Polizia municipale di Augusta annovera appena trenta unità, di cui dieci ispettori capo, diciassette ispettori, tre ausiliari del traffico, “un organico esiguo – sottolinea l’assessore – per un territorio vasto che si estende fino al S. Leonardo“. I vigili urbani sono attualmente coordinati dall’ispettore capo Maria Concetta Boschetto, nelle more di un interpello ai dipendenti disponibili, giacché lo scorso 20 maggio l’ex comandante Angelo Carpanzano ha lasciato anzitempo l’incarico affidatogli a “scavalco condiviso”, con il Comune di Modica, nel luglio del 2019.

Nonostante tutto e sia pur in emergenza, i servizi sono assicurati per la preziosa disponibilità di uomini e donne che si dedicano con dedizione espletando le mansioni previste dalle normative vigenti unitamente alla centrale operativa, segreteria Comando e ufficio contravvenzioni. Servizi di Viabilità con due pattuglie: una nel centro storico e una per la Borgata, Brucoli, Monte Tauro, Agnone Bagni. Servizio di Edilizia e Polizia Giudiziaria; Polizia Ambientale e Veterinaria; Polizia Commerciale; Servizio di accertamenti e notifiche, autoparco e assistenza squadra lavori – prosegue l’assessore – Si tratta di servizi che rientrano nella quotidianità con due turni di lavoro e reperibilità per le ore notturne. Servizi che in numerose occasioni devono essere riorganizzati in relazione alle emergenze quali crolli di cornicioni, incidenti stradali, incendi come quelli di qualche mese addietro che hanno messo a dura prova il Corpo che comunque ha garantito la costante presenza su tutti i fronti“.

Dal report prodotto dall’Ufficio contravvenzioni relativo al periodo dall’1 gennaio al 31 agosto dell’anno in corso, si apprende che sono ben 3.284 le infrazioni rilevate a mezzo cartaceo o con il ricorso allo strumento fotografico in dotazione a una delle due pattuglie della viabilità.

Tra le violazioni del codice della strada contestate dai vigili urbani e sottolineate dall’assessore: parcheggio sulle strisce pedonali o dinanzi agli accessi degli scivoli per le persone diversamente abili, aree dove è previsto il carico e scarico merci, divieto di fermata e/o di sosta o in doppia fila nelle tre principali arterie di Isola e Borgata, da via Principe Umberto a via Giovanni Lavaggi e viale Italia.

Nonostante i divieti in alcune zone del centro storico, Borgata e Brucoli, con quotidianità registriamo comportamenti illeciti puntualmente sanzionati ma reiterati nel tempo“, aggiunge Carrabino.

Da quando è stato attivato il divieto di sosta in piazza Duomo sono state inoltre rilevate 127 infrazioni.

Ritengo pertanto fuori luogo le gratuite accuse di coloro i quali bivaccano nelle vie, nelle piazze o nei bar della città, magari ricorrendo a fotocamere per registrare infrazioni ed accusare di inadempienza chi si dedica con dedizione a svolgere un servizio svolto con professionalità e competenza. Quello che purtroppo dobbiamo sollecitare – conclude l’assessore – è un chiaro programma di rieducazione civica da inserire nel corpus degli studi degli Istituti di ogni ordine e grado, un programma che miri altresì al rispetto del lavoro altrui“.

(Foto di copertina: generica)


In alto