Sport

Augusta, scompare Pinnone, bandiera del calcio neroverde

AUGUSTA – Augusta sportiva in lutto per la prematura scomparsa di Pinuccio Pinnone, ex calciatore dell’Augusta e del mitico Megara Augusta 1908. È stata per circa un ventennio una delle bandiere del calcio augustano, beniamino del pubblico e degli sportivi non solo augustani.

Elegante ed intelligente in campo prediligeva il ruolo di regista arretrato e di centrocampista. Proverbiali i sui calci d’angolo, battuti con palla a rientrare e le sue punizioni a parabola da cui spesso scaturivano i goal per la sua squadra. Pinnone ha avuto fin da bambino il sogno di giocare a calcio, da quando a piedi nudi e con la palla di pezza giocava con gli amici al campo “Bacino” vicino le ex Saline limitrofe alla stazione ferroviaria. Ha debuttato giovanissimo nei primissimi anni ’60 nell’Augusta che giocava al Campo Palma e poi, dopo una breve parentesi a Modica, rientrato nella città megarese è stata una delle colonne del Megara Augusta centrando una storica promozione dalla prima categoria al massimo campionato regionale del tempo, la Promozione nella stagione agonista 1966-’67.

Era il Megara dei vari Ciccarello, Brombara, Grammatico, Corallo, Sipione, Carpinteri, Marrali, Tripoli… che tanto faceva gioire i tanti tifosi che accorrevano sulle tribune del campo sportivo Terravecchia all’interno del comprensorio della Marina Militare negli epici incontri con squadre blasonate di paesi limitrofi. Tra i suoi tecnici: Corrao, Di Franco, Borgia.

Nel suo ruolo di mediano e di centrocampista, Pinuccio Pinnone si fece apprezzare per la sua generosità e la tecnica sopraffina. Chiude la carriera alla fine degli anni ’80 tra le file della Borgata Augusta del professore Diego Buda e del tecnico Gianni Viola.

Pinnone avrebbe compiuto 77 anni il prossimo 31 luglio. I funerali saranno celebrati lunedì 22 luglio alle ore 10 nella chiesa del Sacro Cuore.

Sebastiano Salemi


getfluence.com
In alto