News

Augusta, “Awards” 2019, il Kiwanis premia i talenti siciliani sotto le stelle

AUGUSTA – “Awards”, in italiano “premi”, è un sostantivo inglese che in città, da sei anni, è legato al nome del Kiwanis, uno dei tre sodalizi cittadini di ispirazione statunitense, presieduto quest’anno dall’architetto Sebastiano Gulino.

Venerdì 19 luglio, durante un’incantevole serata estiva, Brucoli è stata al centro dell’attenzione dei media e dei cittadini per una manifestazione, svoltasi in un noto locale, quella appunto degli “Awards” Kiwanis, che rappresenta un fiore all’occhiello del sodalizio, anche perché si svolge d’estate, proprio nel mese di luglio, quando ad Augusta languono le iniziative pubbliche culturali e di intrattenimento.

Serata di impronta culturale e di intrattenimento è stata quella di venerdì, davanti a un folto pubblico che ha applaudito i premiati, augustani e no, che si sono distinti per il talento o che hanno le caratteristiche per mettersi in luce. Da questo punto di vista la manifestazione, posta sotto la direzione artistica del kiwaniano Gaetano Paolo Russotto, che ne è stato l’ideatore, è un’iniziativa con una duplice finalità: dare un riconoscimento, un premio, appunto, a chi ha meritato, offrire un trampolino di lancio ai giovani e giovanissimi che meritano.

Giovanissimo, quindici anni appena, l’augustano Daniele Bruno, ammesso a studiare alla famosa scuola russa di danza, la Vaganova, a San Pietroburgo; giovani i due cantanti lirici siracusani Gianni Luca Giuga, baritono, e Noemi Muschetti, soprano, allievi dell’accademia Yap+ voluta dal tenore Marcello Giordani proprio a Brucoli, oltre che nel centro storico. Se Bruno ha potuto fare solo pochi passi di danza sul ristretto palco, montato nell’ampia pista da ballo, Muschetti e Giuga hanno dato prova della loro valentia con alcuni virtuosismi canori, interpretati singolarmente e in coppia, accompagnati al piano da Rosario Cicero, deliziando gli spettatori, lontano dai rumori e dai noie quotidiane, per godere una pausa di relax sotto le stelle.

Premiato l’attore augustano Luigi Tabita, fratello di Barbara, che da anni si batte contro l’omofobia, il quale ha recitato una splendida pagina tratta da “Lettera a un bambino mai nato”, il libro più venduto di Oriana Fallaci, a sostegno proprio della sua battaglia contro i pregiudizi. Altro augustano premiato: Massimo Tringali, chef stellato dell’Emporio Armani Caffè di Parigi, definito “étoile sicilienne” da una rivista francese.

Premio per la riscoperta delle tradizioni popolari è stato dato al gruppo locale “Augustafolk”, che si è profuso in una breve esibizione con i suoi numerosi componenti in costume tradizionale. Un premio è andato a Sergio Corbino, di ascendenze augustane, essendo figlio di Epicarmo Corbino, l’augustano che fu ministro dell’economia con Alcide De Gasperi. Sergio Corbino ha avuto il riconoscimento per l’impegno umanitario a favore di popolazioni africane con la Fondazione Cariello Corbino, impegno documentato attraverso la proiezione di un video con il commento-audio del figlio di Sergio, attualmente impegnato in Africa.

Ancora attivamente impegnato a scrivere versi per canzoni il genovese Gianni Belfiore, con origini siciliane, paroliere di alcune canzoni di successo di Julio Iglesias, l’ex portiere spagnolo, che, in anni passati, riscosse grande successo in Italia come cantante melodico. Belfiore, attualmente residente nella cittadina etnea di Milo, è stato premiato come “poeta della canzone”, lungamente intervistato, pour cause, dai due presentatori della serata, l’elegantissima augustana Elisa Lisitano, già candidata a Miss Italia, e il lentinese radiocronista Alfio Demma.

Riconoscimenti sono andati alle scuole cittadine (nella foto all’interno) che, durante il corso dell’anno hanno ospitato iniziative sociali kiwaniane, quali la prevenzione odontoiatrica e la lotta al cyberbullismo. Ospite straordinario della serata, organizzata dal “chairmanDomenico Morello, il kiwaniano Marcello Giordani, esibitosi con due pezzi singoli e, nel finale, con Giuga e Muschetti.

Finale soddisfacente anche da un altro punto di vista: un cospicuo assegno, frutto della serata di beneficenza, è stato dato dal presidente Gulino alla fraternita Misericordia di Augusta per le attività che svolge a favore della comunità locale.

Giorgio Càsole


getfluence.com
In alto