Eventi

Confraternita di S. Giuseppe si racconterà alla città, evento su progetti e collaborazioni con scuole e aziende

AUGUSTA – La confraternita si racconta attraverso le iniziative promosse in collaborazione con gli istituti scolastici della città e le aziende del territorio. Questa la finalità dell’evento culturale in programma venerdì 12 maggio alle ore 19,30 nella chiesa di San Giuseppe in via Garibaldi, nell’ambito dei festeggiamenti di S. Giuseppe “‘a spiga”, tra i quali c’è stata pure una partecipata sagra (nella foto in evidenza, ndr). L’iniziativa, fortemente auspicata dal governatore della confraternita Concetto Lombardo e dal rettore don Davide Di Mare, si propone di presentare alla cittadinanza le diverse attività che nel corso dell’anno sociale caratterizzano la vita associativa con percorsi di conoscenza, salvaguardia e valorizzazione del patrimonio materiale e immateriale.

Da diversi anni la confraternita opera anche in questa direzione – riferisce il governatore Lombardo – grazie alla sensibilità di diversi istituti scolastici della città ma soprattutto per la tenacia dei dirigenti e del corpo docenti“.

Ai ragazzi degli istituti comprensivi “Orso Mario Corbino” e “Salvatore Todaro”, rispettivamente guidati dalle dirigenti Maria Giovanna Sergi e Rita Spada, sono stati proposti itinerari storico-artistici delle nostre realtà confraternali e in generale della storia della città con incontri destinati anche ai genitori.

Inoltre, un programma di animazione dei singoli momenti che scandiscono la tradizione è stato possibile realizzarlo grazie alla preziosa disponibilità delle mamme degli alunni del 1° Istituto comprensivo “Principe di Napoli” e della dirigente Agata Sortino. La corale “In coro nate” diretta dal soprano Francesca Ussia e supportata dall’associazione Hyblea Music con Pamela Patania al flauto traverso, Carmelo Tringali al sax e Salvatore Passanisi alle tastiere è ormai una realtà che fa onore all’istituto e alla città.

inserzioni

Di notevole importanza il progetto di alternanza scuola-lavoro promosso in sinergia con il 2° Istituto di istruzione superiore “Arangio Ruiz”, un progetto auspicato dalla dirigente Maria Concetta Castorina con il supporto tecnico del docente Paolo Trigilio e la guida del tutor aziendale Giuseppe Carrabino.

Tra le iniziative di valorizzazione del patrimonio meritano i periodici interventi di recupero e restauro di dipinti, sculture e argenterie finanziati da fedeli, devoti, aziende pubbliche e private, tra cui la Bapr e la famiglia La Ferla. Ultima in ordine di tempo la restituzione alla fruizione del corredo di argenteria del simulacro di S. Giuseppe: il nimbo del Santo, la corona del bambino e infine il prezioso baculo con lo stemma araldico dei Gargallo.

La serata sarà un bella vetrina culturale – conclude Lombardo – una occasione per dare la parola ai protagonisti di questo prezioso servizio reso alla città ma soprattutto per illustrare quel lavoro silenzioso svolto dalle agenzie educative per formare cittadini sensibili nei confronti del patrimonio storico e immateriale che esprime l’identità della nostra comunità civica ed ecclesiale“.


scuolaopenday
In alto