News

Covid, l’incidenza più alta in Sicilia è nel distretto Augusta-Melilli. Lo rivela tabella del Dasoe

AUGUSTA – Sorpresa negativa per il distretto sanitario di Augusta-Melilli nel secondo bollettino settimanale del Dasoe (Dipartimento per le attività sanitarie e osservatorio epidemiologico) della Regione siciliana. Considerata la finestra temporale che va dal 4 al 10 ottobre inclusi, risulta il distretto sanitario con la maggiore incidenza settimanale di nuovi positivi al Covid-19 in Sicilia, calcolata in 142,16 ogni centomila abitanti.

La responsabilità è in larga parte attribuibile a un boom di positivi nel meno popoloso comune di Melilli (circa 13mila abitanti), segnatamente 43 nuovi casi (incremento del 72 per cento rispetto alla settimana precedente), con incidenza per centomila abitanti pari a 322,22. “Nel periodo in questione – si legge nel bollettino regionale – la maggiore incidenza (valori superiori a 250 casi per 100.000 abitanti) si è registrata nei comuni di Marianopoli, Manforte San Giorgio, Mazzarrone e Melilli“.

Ad Augusta (circa 34mila abitanti) i nuovi casi nella settimana presa in considerazione sono stati 25 (incremento del 4 per cento), registrando pertanto un’incidenza per centomila abitanti pari a 72,48, sostanzialmente identica al dato dell’intera provincia di Siracusa, pari a 72,45. Nella tabella relativa a distretti e comuni, e nei relativi calcoli di incidenza, sono “esclusi – viene precisato – i soggetti positivi al Covid-19 con collocazione in nave quarantena, Covid hotel o hotspot/centro accoglienza migranti come da indicazione ministeriale“.

Quanto ai dati vaccinali, si apprende che in Sicilia, alla data del 13 ottobre, sono state somministrate 6.535.706 dosi, di cui 3.463.717 prime dosi e 3.060.111 seconde dosi. Inoltre, il 20 settembre scorso è iniziata la somministrazione delle dosi “addizionali” (terza dose) rivolte ai soggetti immunocompromessi, registrando 11.878 somministrazioni.

La provincia di Siracusa è settima nella regione con il 77,04% di cittadini (in età vaccinale, quindi over 12) che hanno ricevuto la prima dose.


In alto