Eventi

Educazione alimentare e prevenzione, Airc all’istituto “Todaro”

AUGUSTA – “Educazione alimentare e prevenzione”, l’argomento discusso giovedì pomeriggio nella sala che ospita la biblioteca del 3° Istituto comprensivo “Salvatore Todaro” di Augusta.

L’incontro tutto al femminile è stato reso possibile dall’impegno di Sabrina Toscano, responsabile della delegazione Airc Augusta-Priolo-Melilli, affiancata da Luana Romeo, dietista ed esperta nutrizionista (indicata da Riccardo Vigneri, presidente del comitato Airc Sicilia), che attualmente si occupa di patologie diabetologiche nell’età pediatrica presso l’ospedale “Garibaldi-Nesima” di Catania. Fondamentale il sostegno della dirigente scolastica dell’Istituto Rita Spada, che ha accolto subito l’iniziativa, rendendo partecipi all’incontro i propri studenti e i rispettivi genitori .

Sabrina Toscano ha evidenziato l’importante ruolo svolto dall’Airc in favore della ricerca per la cura e la prevenzione dei tumori. A questo proposito, ha menzionato i recenti studi condotti dalla clinica “San Raffaele” sulla individuazione di possibili cure alternative rispetto all’attuale trattamento terapeutico della chemioterapia.

Poi, i presenti hanno avuto modo di apprendere dall’esperta Luana Romeo alcuni approfondimenti sugli alimenti necessari da assumere con certa regolarità e quelli da evitare perché potenzialmente cancerogeni.

Il motto adottato, intenzionalmente semplificativo, è “est modus in rebus”, ovvero una misura per ogni cosa. Secondo quanto relazionato dalla dietista, quando si parla di nutrizione e alimenti non vige un principio assoluto di concessione o negazione, semmai un equilibrio tra diversi elementi: qualità, quantità, varietà. Il tutto abbinato a modelli comportamentali da rispettare quali ad esempio l’organizzazione preventiva di ciò che si dovrà mangiare per il pranzo o per la cena; sedersi a tavola senza distrazioni di alcun genere; impegnarsi a consumare i pasti concedendosi il tempo necessario; seguire una dieta dissociata in modo da assumere carboidrati e proteine insieme nelle giuste proporzioni.

E tra gli altri consigli anche: attenzione alla spesa! La stragrande maggioranza dei cibi che si trova sugli scaffali del supermarket è cestinabile. Per cui accade spesso che, mentre cerchiamo prodotti indispensabili in un cantone sperduto del nostro supermercato, abbiamo inserito nel carrello cibi inutili e nemmeno salutari, che invece sono accuratamente esposti e facilmente accessibili all’utente.

Infine, Luana Romeo ha inteso evidenziare l’aspetto educativo: “Non è sufficiente dire ai propri figli quello che devono o non devono mangiare, con molta probabilità non obbediranno; ciò che bisogna fare è dare l’esempio, tenere in casa solo prodotti di qualità e preferibilmente a chilometro zero”.


In alto