News

Estate con parcheggio al Faro Santa Croce, Schermi apre il suo terreno

AUGUSTA – Anche quest’estate l’area balneare del Faro Santa Croce avrà un terreno privato adibito ad area di sosta temporanea. Questa volta sarà il lotto a sud, di proprietà della società agricola di Giuseppe Schermi, consigliere comunale di minoranza, ad accogliere le auto dei numerosi bagnanti che affollano nella stagione più calda l’ambita zona costiera.

La questione in passato è stata a lungo oggetto di scontro politico tra la maggioranza pentastellata e l’opposizione, che promosse una raccolta firme soprattutto per sostenere la fattibilità dell’area di sosta stagionale (in assenza di opere) rispetto ai vincoli paesaggistici evidenziati quali ostacoli dall’amministrazione.

Da privato cittadino non ho voluto imporre alcuna tariffa, pertanto saranno gradite solo offerte libere“, rende noto Schermi in una lettera aperta al sindaco, “a differenza – sottolinea – del bando pubblico comunale predisposto per il terreno di Brucoli“. “Sentita la Polizia municipale“, specifica, il terreno sarà aperto “tutti i giorni, da mattina a sera, grazie alla disponibilità di un disoccupato augustano“.

Inoltre Schermi annuncia che dal prossimo sabato, nelle ore serali, ci sarà un’area attrezzata per i bambini, con un castello gonfiabile, “anche in questo caso grazie al servizio offerto da un nostro compaesano dal grande cuore“.

Nella lettera aperta, sottoscritta come “il cittadino dott. Giuseppe Schermi“, richiede al sindaco di “intervenire con solerzia per ripristinare le necessarie condizioni di sicurezza della viabilità pubblica mediante: l’apposizione della cartellonistica stradale di divieto di sosta, il rifacimento delle strisce orizzontali, la manutenzione del fondo disconnesso, una adeguata illuminazione e l’uso consentito solo pedonale delle piazze“.

Il terreno nella disponibilità di Schermi era stato aperto due anni fa, in estate inoltrata, quale area di sosta temporanea, attraverso un contratto di comodato d’uso gratuito tra lo stesso Schermi (allora vicesindaco) e il Comune. Invece, lo scorso anno, era toccato al lotto a nord diventare un parcheggio privato ad uso pubblico, con tanto di tariffe.

(Foto in evidenza: repertorio)


getfluence.com
In alto